Browsing Category

News da Atene

il_fullxfull.1078217281_dmmn
Eventi

Festa per i 3 anni del blog!

Cari amici, a giugno SRDK compie 3 anni e vuole festeggiare questa ricorrenza con i suoi fan e con coloro che collaborano a questo progetto!
L’appuntamento è per sabato 2 giugno alle 20.00 all’Oinopoleio, Aischilou 12, a Psirrì per una cena (nel grazioso giardino del locale) nella quale ognuno potrà ordinare ciò che preferisce. La cena, è bene specificarlo, non è offerta dal blog 😀 
Il numero max di partecipanti è di 15 persone. Potete dare la vostra adesione CON UN MESSAGGIO ALLA PAGINA  Facebook del blog ENTRO il 30 maggio (dopo di che non si accetteranno ulteriori adesioni).
La cena si concluderà con i dovuti festeggiamenti. 
Vi aspetto!

download (4)
News da Atene

Ingresso gratuito a siti e musei per l’International museum Day

Il 18 maggio, per la giornata internazionale dei musei (International museum Day), in tutta la Grecia si avrà la possibilità di entrare gratuitamente nei musei pubblici e privati e nei siti archeologici.

I festeggiamenti di quest’anno avranno come tema i nuovi approcci telematici a disposizone del musei e il nuovo tipo di pubblico che questi richiamano.

Ad Atene, ad esempio, si potrà accedere liberamente ad importanti collezioni come quelle- per citarne un paio- del museo archeologico Nazionale e del museo del Pireo.

Ad ingresso gratuito saranno inoltre, tra le altre, le raccolte private del museo dell’Acropoli (dalle 8 alle 20), del museo Benaki e di quello di arte Cicladica.

La ricorrenza culturale è oltretutto un’occasione, qui ad Atene, per visitare senza pagare l’Acropoli e gli altri siti archeologici che normalmente richiedono un biglietto d’accesso; dalle colonne di Zeus Olimpio all’Agorà sino ad arrivare al sito del Keramikòs si potrà entrare ed ammirare reperti ed eventuali esposizioni museali senza dover pagare.

In occasione del 18 maggio alcune strutture museali attivano inoltre della visite guidate gratuite dal 17 al 20 del mese. Informatevi quindi una volta sul posto circa questa possibilità.

Il programma completo delle manifestazioni è disponibile in greco a questo link: http://www.agrinionews.gr/diethnis-imera-mousion-2018-olo-programma/

download (3)
News da Atene

Torna il Festival di Atene ed Epidauro

Puntuale come ogni anno- fortunatamente- l’estate greca si abbellisce del più importante festival culturale ellenico, quello di Atene ed Epidauro. Per tutta la durata della stagione estiva- da inizio giugno- sono in programma eventi di musica, teatro e danza.

Al solito la proposta di autori e rappresentazioni è davvero variegata e prevede, tra le tante attività, la messa in scena di tragedie e commedie antiche nelle suggestive cornici dei teatri di Epidauros (antico e piccolo).

Quest’anno il programma inizia a fine giugno all’antico teatro Epidauro con “gli Acarnesi”, una commedia dell’insuperabile Aristofane, che con questa opera, pur essendo quasi alle prime armi, si aggiudicò nel 425 a.C. la vittoria nell’agone delle Lenee.

A luglio, sempre ad Epidauro, è in scena l’Agamennone di Eschilo e tra le altre rappresentazioni vanno segnalate le Tesmoforiazouses di nuovo di Aristofane.

Ad agosto imperdibile, al teatro antico, la tragedia dell’Edipo a Colono di Sofocle.

L’antica Epidauro, grazie alle antichità presenti, vale da solo una visita. La sua posizione, a poca distanza da Atene, ne fa una destinazione perfetta per un’escursione di un week-end o, volendo, di un giorno solo. Se non ci siete mai stati e avete poco tempo a disposizione (o magari il vostro itinerario vacanziero vi porta già da quelle parti) potete così esplorare il sito e, contemporaneamente, ed approfittarne per vedere un’opera antica.

Volete assistere ad una rappresentazione ma vi intimorisce la lingua? Sappiate che ogni opera, recitata in greco moderno, è sottotitolata in inglese tramite dei pannelli laterali alla scena.

Per chi fosse interessato il programma della manifestazione è consultabile- in inglese- al sito http://greekfestival.gr/gr/home dal quale è possibile inoltre prenotare i biglietti per i vari eventi.

img_016
Eventi

Visita guidata all’Accademia di Platone ed annesso museo

Cari amici, questa volta per l’evento culturale del mese SRDK propone una visita guidata in italiano di 2 ore al sito dell’Accademia di Platone e all’annesso museo digitale. 
La visita si svolgerà come al solito accompagnati da una guida AUTORIZZATA, domenica 6 maggio, dalle 11.00 alle 13.00 circa.
Per l’occasione l’adesione è :
– 8 € per i singoli (per un gruppo sino a 10 adulti)
– 7 € per i singoli (per un gruppo superiore a 10 adulti)
– 4 € per ragazzi dai 10 anni ai 18 
– gratis per bambini sotto i 10 anni

La visita si terrà al raggiungimento di un minimo di 10 partecipanti adulti (in caso di annullamento verrete avvertiti).
Luogo di partenza: ingresso del museo digitale (odòs Alkmeonos 1). Siete gentilmente pregati di non tardare perché inizieremo all’ora prestabilita.

PER PARTECIPARE MANDATE UN MESSAGGIO ALLA PAGINA FACEBOOK DEL BLOG SULLERIVEDELKIFISSOS entro venerdì 4 maggio (una volta inviata la vostra adesione vi chiedo di aspettare conferma, grazie! :-D).

Vi aspetto!!!

images (7)
News da Atene

SRDK tra i blog che parlano con passione della Grecia secondo l’Huffington Post

Cari amici, è per me un vero onore che SRDK, secondo l’Huffington Post ellenico, faccia parte di una ristretta cerchia di blog italiani che parla con entusiasmo, competenza e passione di Grecia.

All’incirca un mese fa sono stata contattata dall’autrice dell’articolo, la giornalista Danai Dasopoulou, che mi ha spiegato di voler riunire in un pezzo per l’Huffington Post ellenico le esperienze e i punti di vista di alcuni “innamorati” della Grecia che hanno deciso, per lavoro o semplice diletto di scrivere di questa stupenda terra. Danai, dopo aver dato un’occhiata a Sullerivedelkifissos e agli altri siti “intervistati”, si è complimentata per il livello decisamente elevato che gli autori dei blog sono riusciti a raggiungere: informazioni chiare ed angolazioni alternative per narrare una Grecia che va oltre i soliti stereotipi tanto abusati dalle agenzie turistiche che vendono pacchetti a basso prezzo.

A Danai di SRDK interessava soprattutto il suo approccio “ateniese” e quando mi ha chiesto di parlare della “mia” Atene e della “mia” Grecia, ho raccolto subito l’invito con entusiasmo. Leggendo poi l’articolo in greco ho ritrovato fedelmente le parole con cui ho descritto la mia esperienza in terra ellenica, il mio amore per Atene e l’ ammirazione per la Grecia che mi fa adorare questo Paese pur coi suoi (perdonabilissimi) difetti.  La scrittura di Danai ha uno stile davvero scorrevole e coinvolgente che riesce a porre in rilievo l’entusiasmo che trapela dalle parole di coloro che hanno chiacchierato un po’ con lei del loro progetto; se capite un po’ il greco ve ne consiglio vivamente la lettura!

Insieme a SRDK sono stati “intervistati” altri blogger Grecia-dipendenti e ringrazio questo articolo per avermeli fatti scoprire: gli unici a me già noti erano gli amici di GreciaMia, che col loro stupendo sito offrono informazioni preziose su tutto il Paese, soprattutto a chi decide di visitare le isole. 

Qui sotto allego il link all’articolo di Danai per l’Huffington Post e vi consiglio- in caso il greco non fosse agevole per voi- di prendere nota almeno dei nomi degli altri blog citati; ciascuno di essi alla propria maniera, parla della Grecia non semplicemente come Paese dalle spiagge candide e dal mare insuperabile ma come luogo dove quell’anelito inspiegabile a cercare la propria dimensione trova infine appagamento.

https://www.huffingtonpost.gr/entry/viva-la-grecia-italoi-mploykers-eroteeontai-ten-ellada-kai-ten-afeyoentai_gr_5adeef70e4b0b2e81132d686?utm_hp_ref=gr-homepage

lusikratis3
Eventi

Passeggiate ateniesi: alla scoperta della Plaka

Cari amici, questa volta per l’evento culturale del mese SRDK vi propone una passeggiata guidata in italiano di 2 ore circa alla scoperta della Plaka. 
Il tragitto comprenderà: tempio di Zeus Olympio, arco di Adriano, monumento di Lisicrate, odòs Tripodon, Torre dei venti ed infine Plateia Monastirakiou.
La visita si svolgerà come al solito accompagnati da una guida, domenica 15 aprile, dalle 11.00 alle 13.00 circa. 
Per l’occasione l’adesione è:
– 6 € per i singoli, 4 € per i ragazzi sotto i 18 anni (per un gruppo fino a 10 persone)
– 5 € per i singoli, 4 € per i ragazzi sotto i 18 anni (per un gruppo superiore a 10 persone)

Luogo e ora di partenza: di fronte all’ingresso principale del sito di Zeus Olympio, su odos Syggrou alle 10.45. 
Siete gentilmente pregati di non tardare perchè inizieremo all’ora prestabilita. 
La passeggiata, affrontabile da chiunque, si protrarrà per un paio d’ore; sono vivamente consigliate delle scarpe comode!

Il termine per dare l’adesione alla visita è sabato 14 aprile.

Per partecipare mandate un messaggio alla pagina FACEBOOK del blog SULLERIVEDELKIFISSOS o lasciate un commento sotto questo post.

download
News da Atene

Il nuovo sistema di bigliettazione dei mezzi di trasporto ad Atene

Da qualche mese ad Atene è entrato in vigore il sistema di bigliettazione elettronica con biglietti e carte ricaricabili ΑΤΗ.ΕΝΑ*. L’accesso alle banchine della metropolitana è stato inoltre regolamentato da una serie di varchi automatici che si aprono solo se il viaggiatore è in possesso di un titolo di viaggio valido.

Alcuni aspetti sono cambiati rispetto al vecchio sistema ed è utile quindi fare un po’ di chiarezza.

Volendo incoraggiare la protezione dell’ambiente diminuendo il consumo di carta utilizzata,  l’OASA (l’azienda di trasporto più importante di Atene) ha collocato in metropolitana e nelle fermate dell’ilektrikòs (linea verde) delle apposite macchinette dove è possibile acquistare biglietti nuovi o semplicemente ricaricarli. Alle macchinette per l’emissione dei titoli di viaggio è possibile scegliere la lingua dell’interfaccia (italiano compreso).

Alle macchinette OASA è inoltre possibile ricaricare la nuova ATH.ENA* card (la carta dei mezzi) in versione anonima o personalizzata. Sulla carta anonima non è possibile caricare biglietti ridotti o titoli di viaggio per 30 giorni o più mentre sulla versione personalizzata questa operazione è possibile.

Il biglietto da 30 giorni decorre dal giorno di attivazione (cioè dalla prima convalida) e non da quello di acquisto e vale per 30 giorni da allora.

download

Il nuovo ATH.ENA ticket

Per velocizzare le operazioni di acquisto del biglietto, soprattutto nelle stazioni più affollate, è consigliabile utilizzare queste emettitrici perché di solito le biglietterie sono prese d’assalto da chi ha diritto alla tariffa ridotta e non ha la carta ATH.ENA personalizzata (ricaricabile solo elettronicamente).

Εκδοτικά-μηχανήματα-ηλεκτρονικού-εισιτηρίου-768x569

Le nuove emettitrici di biglietti OASA 

Per l’emissione di una nuova ATH.ENA card è necessario recarsi alle biglietterie aperte (informatevi perchè non tutte lo sono) delle stazioni della metropolitana e dell’ilektrikòs. Per l’emissione dell’ATH.ENA card in forma personalizzata è necessario presentare un documento di identità e il proprio codice AMKA. La carta personalizzata richiede la foto del proprietario: si può  decidere se fornire una fototessera oppure farsi fotografare gratuitamente presso la biglietteria.

images (3)

La nuova ATH.ENA card (metaforesis.com)

I biglietti e le carte devono essere convalidati alle apposite obliteratrici blu ogni volta che si sale su un mezzo di superficie (autobus/ trolley, etc..) per tutta durata della loro validità.

Sebbene i tornelli della metropolitana non risultino chiusi in tutte le stazioni i biglietti elettronici e le carte vanno sempre convalidati in entrata E in uscita. La convalida del biglietto o della carta deve essere sempre effettuata alla destra della porta da cui si vuole entrare. In si utilizzi più volte il biglietto durante il periodo di validità l’obliteratrice segnalerà (numero in giallo) il numero di minuti o di giorni che si hanno a disposizione. In caso non si completi il viaggio entro il limite temporale del biglietto le porte in uscita non si apriranno.

Per semplicità sono qui sotto riportate tariffazioni dei soli biglietti interi. Per le riduzioni e i requisiti per ottenerle consultare la pagina:

http://www.oasa.gr/pdf/en/TICKETS_AND_TRAVEL_CARDS.pdf

Tariffazioni (biglietti interi)

 

ATH.ENA ticket

ATH.ENA card anonima

ATH.ENA card

personalizzata

Biglietto ‘90                                                            1,40 €
2 biglietti ‘90                                                             2,70 €
10+1 gratis biglietti ‘90                                                            13,50 €
Biglietto 24 ore                                                            4,50 €
Biglietto 5 giorni                                                                 9€

Biglietti turistici:

Biglietto autobus EXPRESS aeroporto                                                                 6€

 

Biglietto metro per aeroporto                                                                 10€
Turistico 3 giorni + andata e ritorno aeroporto                                                                 22€

 

 

  • Il biglietto da e per l’aeroporto può essere utilizzato su altri mezzi entro i 90 minuti di validità (proastiakòs (suburban railway) incluso). Non vale per l’autobus EXPRESS verso l’aeroporto.
  • Il biglietto turistico vale per 3 giorni (3×24 ore) dal momento della convalida.
  • I biglietti per l’aeroporto e quelli turistici possono essere acquistati alle emettitrici elettroniche.

Queste le informazioni principali che è bene tenere presente se si viaggia con i mezzi ateniesi. Per ulteriori dettagli si può consultare il sito (versione in inglese) dell’OASA al link: http://www.oasa.gr/?id=ind3ex&lang=en

*= Il nome del nuovo biglietto richiama ovviamente il nome della città di Atene e vuole contemporaneamente significare che il biglietto unico è ricaricabile (ENA è il numero uno in greco).

 

curiosita-pasqua
Eventi

Pasqua sul Kifissos

Cari amici, se vi trovate ad Atene per la Pasqua italiana e avete voglia di passare un allegro pomeriggio potete partecipare al pranzo pasquale di SRDK!
Per festeggiare ci troveremo presso il Krassopouliò tou Kokkora, Aisopou 4, (Psirrì) domenica 1 aprile alle ore 13.30.
Ovviamente sono benvenuti ugualmente amici italiani e greci!
Il pranzo non prevede un menù fisso, ciascuno potrà prendere quello che desidera.
Se siete interessati potete dare la vostra adesione ENTRO venerdì 30 marzo lasciando un messaggio sotto questo post o scrivendo alla pagina Facebook di Sullerivedelkifissos.
Il numero max di posti è 15.
Vi aspetto!

1
Eventi

Passeggiate ateniesi: Filopappou e Pnice

Cari amici, questa volta per l’evento culturale del mese SRDK vi propone una passeggiata guidata in italiano di 2 ore circa alle colline del Filopappou e della Pnice (luogo dove si svolgeva l’antica ecclesia degli ateniesi). Oltre alla loro importanza storica entrambe le alture vantano una splendida vista sull’Acropoli e su Atene. 
La visita si svolgerà come al solito accompagnati da una guida, domenica 18 marzo, dalle 11.00 alle 13.00 circa. 
Per l’occasione l’adesione è:
– 5 € per i singoli 
– 4 € per i ragazzi sotto i 18 anni

Luogo di partenza: di fronte al museo dell’Acropoli su Dionisiou Areopagitou 15. 
Siete gentilmente pregati di non tardare perchè inizieremo all’ora prestabilita. 
La passeggiata, affrontabile da chiunque, prevede alcune brevi salite; sono vivamente consigliate delle scarpe comode!

Il termine per dare l’adesione alla visita è sabato 17 marzo.

PER PARTECIPARE MANDATE UN MESSAGGIO ALLA PAGINA FACEBOOK DEL BLOG SULLERIVEDELKIFISSOS. Vi aspetto!

images (7)
Pensieri ateniesi

Le 10 ragioni fondamentali per amare i greci!

Spesso mi capita di pensare a quanto sono fortunata ad abitare in Grecia, il Paese che ho scelto per una serie innumerevole di ragioni che non starò qui ad esporre per non annoiarvi.

E siccome, facendo delle valutazioni,  non si può esulare un Paese dai propri abitanti ho trovato (e non era difficile) diversi punti a favore dei greci. Premetto che- per mia fortuna- ho avuto l’opportunità in questi anni di conoscerne parecchi (donne e uomini) di varie età ed estrazione sociale. In quasi tutti ho potuto delle caratteristiche che mi hanno fatto apprezzare davvero questo popolo. Ovviamente, tengo a precisarlo, come in ogni angolo del globo in Grecia ci sono delle eccezioni e ho potuto sperimentare delusioni e frustrazioni a causa di persone o di comportamenti discutibili. Questo però non ha intaccato la stima che ripongo nel popolo; nonostante abbia imparato a conoscerli più appronditamente e a capire quali sono i loro “difetti” più diffusi non posso non provare per i greci una sincera stima. Ho sintetizzato di seguito quindi quelli che sono per me le loro caratteristiche più positive. Sono solo una decina ma avrei potuto sicuramente trovarne di più!

 

  1. Sono fondamentalmente ottimisti

E già questo li rende simpatici! Sanno godersi la vita e la interpretano spesso con filosofia. Il loro carattere aperto e positivo mette subito allegria. Davanti agli ostacoli non cadono nello sconforto ma sperano sempre che le cose possano migliorare.

  1. Non organizzano tutto nei dettagli

Se avete amici greci sapete che non dovete impazzire ad organizzare un evento nei minimi particolari; bastano le informazioni indispensabili e poi tutto si può improvvisare ed adattare secondo necessità.

  1. Tollerano il ritardo

Un po’ perchè non sono esattamente famosi per essere precisi un po’ perchè non si stressano se non è più che inevitabile spesso capita che i greci non arrivino puntuali agli appuntamenti informali. Ugualmente però non si irritano se in leggero ritardo siete voi.

  1. Si offrono spontaneamente di aiutare

Non solo se vi vedono vagare spersi perchè, da turisti, non conoscete il posto. Se si accorgeranno che, siete per qualche ragione in difficoltà probabilmente si offriranno di aiutarvi spontaneamente senza chiedere nulla in cambio.

  1. Sono attenti alle tradizioni

Una delle ragione per cui si ama di solito la Grecia è per l’attaccamento del suo popolo alle tante tradizioni che si tramandano da secoli. Aperti ovviamente quasi dappertutto alle nuove tendenze gli ellenici restano però fedeli alla loro identità e alle loro usanze millenarie.

  1. Hanno il culto dell’ospitalità

Questo è uno degli aspetti che colpisce in assoluto di più gli stranieri; i greci, indipendetemente dalla loro condizione sociale e dal luogo in cui vivono sono sempre pronti ad aprire la loro abitazione ad amici, conoscenti o semplicemente a coloro che incontrano e a farli sentire, senza troppe cerimonie, davvero a proprio agio.

  1. Sono socievoli

Probabilmente vi è capitato di notare come i greci si mettano a parlare spontaneamente con gli estranei, sebbene stranieri. Con la stessa facilità le persone si interessano a chi hanno davanti e gli concedono confidenza. In Grecia insomma fare nuove conoscenze e amicizie non è affatto un problema.

  1. Sono dei combattenti

Nonostante le difficoltà di vario tipo questo popolo non si arrende facilmente. Il suo passato e il suo presente lo testimoniano chiaramente; i greci sono sempre pronti a combattere per i valori in cui credono e non si lasciano atterrare da nessun nemico e da nessuna crisi

  1. Sono (quasi indiscutibilmente) belli

Negli ultimi anni i greci stanno dando sempre più importanza all’aspetto fisico. Uomini e donne curano di più la loro immagine e valorizzano una bellezza dei tratti mediterranei veramente affascinanti.

  1. Sono greci!!!

Basterebbe questo a farceli amare! Abitanti di una terra meravigliosa, discendenti di un popolo che- senza enfasi- ha aperto la strada della civiltà europea, gli elleni contemporanei, pur coi loro difetti, si fanno benvolere per le loro innumervoli qualità.

 

 

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
Eventi

Visita guidata al museo dell’Acropoli

Cari amici, questa volta per l’evento culturale del mese SRDK vi propone una visita guidata di 2 ore circa in italiano al museo dell’Acropoli http://www.theacropolismuseum.gr/en
 
La visita si svolgerà come al solito accompagnati da una guida AUTORIZZATA domenica 14 gennaio, dalle 11 alle 13.
Per l’occasione l’adesione alla visita, comprensiva del biglietto d’ingresso di 5€, è:
– 10 € per gli adulti
– 4 € per ragazzi dai 10 anni ai 18 che non pagano l’ingresso
– gratis per bambini sotto i 10 anni
 
La visita si terrà al raggiungimento di un minimo di 15 partecipanti (in caso di annullamento verrete avvertiti per tempo).
Luogo e ora di partenza: alle 10.45 all’ingresso del museo (segnaleremo appositamente il nostro gruppo SRDK).
Siete gentilmente pregati di non tardare perché inizieremo all’ora prestabilita.
 
Al termine chi lo desidera potrà pranzare insieme a SRDK alla taverna “Scholarchio”, Tripodon 14, in zona Plaka (è necessario prenotare, quindi se siete interessati dovete comunicarlo nel messaggio).
 
Il termine per comunicare la partecipazione alla visita e al pranzo è il 13/1.
 

PER PARTECIPARE MANDATE UN MESSAGGIO ALLA PAGINA FACEBOOK DEL BLOG SULLERIVEDELKIFISSOS O LASCIATE LA VOSTRA ADESIONE SOTTO IL POST DELL’EVENTO SULLA PAGINA FACEBOOK di SULLERIVEDELKIFISSOS. 

 
Vi aspetto!!!
images (7)
News da Atene

Dove andare e cosa fare nelle feste natalizie ad Atene

Nonostante le temperature non si possano definire invernali e quindi il clima natalizio sembri tuttora lontano, la capitale greca si è preparata con cura a celebrare il periodo più “festoso dell’anno”. Per chi passerà il Natale ad Atene sono in programma manifestazioni ed eventi per tutti i gusti. Vediamo le più importanti insieme a due locali “natalizi” davvero irrinunciabili!

Fondazione Stavros Niarchos:

Quest’anno sono in programma una serie di manifestazioni per grandi e bambini a tema natalizio fino ai primi giorni del nuovo anno. Il meraviglioso allestimento di tutti gli spazi della fondazione merita da solo una visita così come l’ imperdibile pista da pattinaggio. I vari eventi sono consultabili presso il sito: https://www.snf.org/

Museo dell’Acropoli:

Una maniera inconsueta di passare le feste è quella di trascorrerle…facendo il pieno di cultura e non solo. Sino alla fine dell’anno è infatti possibile per gli adulti e per i loro accompagnatori “in miniatura” godere di musica, attività e dolci distrazioni presso il Museo più famoso di Atene. Il programma è consultabile su http://www.theacropolismuseum.gr/en

Food market in Plateia Kotzià:

Si tratta del più gustoso degli appuntamenti natalizi ateniesi. Alcuni degli chef e dei locali più innovativi di Atene prepareranno le loro prelibatezze “invernali” e le serviranno all’aperto in appositi banchetti. Dal 21 fino al 31 dicembre. Ingresso libero. Per info su orari e giorni di apertura: http://www.thefoodmarket.gr/

Keramikòs per i bambini:

Le manifestazioni natalizie più sorprendenti si trovano soprattutto nei parchi dedicati ai bambini con tante attività in programma, giochi, musica e laboratori. Un’occasione comunque per i grandi di immergersi per un po’nella spensierata aria di festa. Ad Atene da visitare quello di Technopolis e quello, poco distante, del Paliò Amaksostasio. Per informazioni:  http://thechristmasfactory.gr/ e www.magiko-amaxostasio.com

 

images (2)

Plateia Syntagma:

Passare da Syntagma per dare un’occhiata all’albero natalizio ogni anno (e ammirare o criticare) è quasi d’obbligo per ogni ateniese. Inoltre per gli appassionati , fino al 30 dicembre è prevista una serie di esibizioni musicali. Ingresso gratuito

 

Due locali “natalizi” da provare:

Ed infine due locali che trasformano il Natale, nonostante le giornate buie, in una festa luminosa ed esplosiva.  

Assolutamente perfetto per il Natale il Noel -Kolokotroni 59 B-, col suo arredamento a tema e i cocktail in versione “festiva”(Rudolph Punch, Let it Snow, etc…) in questo periodo dell’anno è davvero irrinunciabile.

download

Little Kook

Locale famosissimo per i propri allestimenti tematici, sotto Natale il Little Kook– Karaiskaki 17- permette di entrare nella favola natalizia grazie alla scenografia in cui nulla è lasciato al caso. Un’esperienza unica, adatta a tutte le età. Vista l’enorme affluenza si consiglia di prenotare o…armarsi di pazienza all’ingresso!

MykinaikosAmforeasPi6725
Eventi

Visita museo archeologico di Atene

Cari amici, questa volta per l’evento culturale del mese SRDK vi propone una visita guidata di 2 ore e mezza circa al museo archeologico di Atene http://www.namuseum.gr/. In particolare la spiegazione si concentrerà sulle sezioni preistorica (neolitica-micenea-cicladica), su quella dedicata alla civiltà di Santorini e sulla mostra concernente la figura di Adriano.
La visita si svolgerà come al solito accompagnati da una guida AUTORIZZATA, domenica 3 dicembre, dalle 11 alle 13.30 circa.
Per l’occasione l’adesione è :
– 7 € per i singoli 
– 10 € per le coppie
– 4 € per ragazzi dai 10 anni ai 18 
– gratis per bambini sotto i 10 anni
PER PARTECIPARE MANDATE UN MESSAGGIO ALLA PAGINA FACEBOOK DEL BLOG SULLERIVEDELKIFISSOS (no adesioni sotto il post, grazie). Adesioni sino a sabato 2 dicembre.
La visita si terrà al raggiungimento di un minimo di 15 partecipanti (in caso di annullamento verrete avvertiti per tempo).
Luogo di partenza: ingresso del museo (segnaleremo appositamente il nostro gruppo SRDK). Siete gentilmente pregati di non tardare perchè inizieremo all’ora prestabilita.
Al termine chi lo desidera potrà pranzare insieme a SRDK nella taverna “Rozalia” (è necessario prenotare, quindi se siete interessati dovete comunicarlo nel messaggio).
Vi aspettiamo!!!

images (4)
Pensieri ateniesi

Pro e contro del vivere in Grecia

Volevo affrontare l’argomento sui lati positivi e negativi del vivere in Grecia già da parecchio tempo. L’ispirazione me l’hanno data i tanti post e i tanti commenti che leggo sui social e che vedono contrapposti due schieramenti: da una parte coloro che pensano (e sono tanti) che in Grecia o ad Atene la vita si possa definire idilliaca o comunque decisamente migliore che in altri posti; dall’altra coloro che invece sono più cauti nell’esprimere un giudizio interamente positivo quando addirittura non ne hanno uno negativo.

Sarebbe inutile sottolineare che nè gli uni nè gli altri possono definirsi obiettivi; un po’ perchè – ho notato- quasi tutti quelli che decantano senza mezzi termini la vita in Grecia non ci hanno mai davvero vissuto per un periodo di tempo abbastanza lungo da comprendere i difetti  e le difficoltà del Paese. Un po’ perchè chi invece vede solo negatività e critica selvaggiamente le inefficienze greche- mi pare di capire- parte decisamente prevenuto e spesso non ha granchè voglia di cambiare opinione.

Dove sta insomma la verità? Entrambe le prese di posizione in realtà hanno ragione su certi punti ma esagerano su altri. Questo perchè  ovviamente accanto a condizioni decisamente più favorevoli di quelle presenti da altre parti ce ne sono alcune, secondo il mio parere, a cui si fa più fatica ad abituarsi.

Quella di seguito è comunque la somma di considerazioni personali e di esperienze di amici e conoscenti ed pertanto viene presentata senza la pretesa di essere esaustiva.

Pro:

Clima più mite: Non è certo un mistero; in genere il clima in Grecia (esclusa la zona più a nord) è decisamente più “amichevole” che altrove in Europa, soprattutto durante la stagione fredda. Questo permette di godere appieno ogni aspetto della vita qui -in particolare lo stare all’aria aperta più a lungo- e quindi spinge ad appropriarsi e a sfruttare il più possibile i luoghi esterni.

Luoghi meravigliosi e mare da incanto: Non basterebbe un intero post per elogiare la bellezza della terra ellenica, dai suoi luoghi più aspri ed impervi sino alle coste lambite dal mare. Sebbene proprio i colori inarrivabili di quest’ultimo attraggano ogni anni milioni di turisti da ogni dove la Grecia, oltre alle isole, offre infinite possibilità di ammirare scorci impagabili e provare sensazioni incomparabili.

Cultura in ogni angolo: La straordinaria natura greca è accompagnata dovunque da un apparato culturale e storico senza paragoni. Le vestigia delle epoche passate sono presenti un po’ dappertutto e sono ammantate tuttora dalla loro imponente energia. La Grecia è inoltre una terra ricca di tradizioni tuttora vivissime e assistervi è sempre un’esperienza unica.

Costo della vita più sopportabile: La crisi può aver piegato il Paese con l’abbassamento delle retribuzioni e l’innalzamento delle tasse ciononostante la Grecia resta un luogo dove vivere può considerarsi tuttora abbastanza conveniente soprattutto se non si insegue uno stile di vita consumistico. Attenzione però: alcuni beni e servizi di prima necessità sono decisamente cari (ne abbiamo parlato in diversi post) e per tirare avanti decentemente ormai ci vogliono entrate superiori ai 1000€ per persona.

Rapporti umani più immediati: Se non siete timidi e, al contrario, vi relazionate facilmente con chi vi sta intorno la Grecia è il Paese che fa per voi. Qui le persone sono sicuramente più dirette e meno cerimoniose a scapito però della privacy e, a volte, di un po’ di formalità. Se siete disposti a passarci sopra di sicuro stringerete amicizia senza problemi e, se in difficoltà, vi troverete talvolta ad essere aiutati senza nemmeno averlo chiesto.

Felicità a basso prezzo: A patto che non apparteniate alla categoria delle persone materialiste, la Grecia ha tutto quello che un Paese può offrire per rendere felice un individuo. Se cercate appagamento (spirituale, culturale, mentale) o inseguite il vostro “cambio di vita” qui vi troverete a vostro agio senza dover investire cifre esorbitati per raggiungere il proprio obiettivo.

Contro:

Educazione sociale limitata: Su alcune tematiche di impatto sociale purtroppo la Grecia arranca. Dall’educazione stradale alla protezione dell’ambiente, dal volontariato alla manutenzione dei beni pubblici sarebbero tanti i settori dove si dovrebbe e si potrebbe fare di più. Se siete particolarmente attenti a questi temi forse in Grecia troverete qualche difficoltà.

Mercato del lavoro bloccato: Purtroppo la crisi greca ha portato ad un periodo di stagnazione per quanto concerne il settore lavorativo. Inefficaci nel trovare soluzioni ai problemi legati alla recessione, le politiche del lavoro in Grecia paiono inadeguate ad affrontare le sfide della nuova economia. Si cerca di mantenere le vecchie abitudini e i vecchi privilegi senza sperimentare orari o forme di collaborazione alternative e in questo modo si esce sconfitti dalla lotta contro la disoccupazione dilagante. Il mercato non è quindi flessibile e per trovare una nuova occupazione spesso c’è bisogno di mesi.

Tasse elevate: Nonostante il governo abbia abbassato alcune tasse e imposizioni per favorire sopratutto la piccola impresa alcuni balzelli in Grecia sono decisamente elevati se si considerano le retribuzioni attuali. Soprattutto prima di aprire un’attività propria è necessario quindi capire bene quanto dei guadagni se ne andrà in tasse per accertarsi se convenga o meno fare questo passo.

Burocrazia nemica: Negli ultimi anni è diminuito il numero dei documenti da dover produrre per ogni singolo permesso, certificazione o altro. Questo non toglie che andare per uffici resti una pratica avversa per il cittadino. Il problema è spesso rappresentato da indicazioni poco chiare sulle procedure da seguire e sulla documentazione da portare sopratutto- va sottolineato- a causa della superficialità o della poca preparazione di alcuni impiegati. Se a questo si unisce spesso un atteggiamento arrogante nei confronti del pubblico è facile comprendere come la burocrazia non venga particolarmente amata da chi la deve affrontare.

Poco aiuto dallo Stato: La Grecia purtroppo non si distingue particolarmente per il sostegno alle fasce deboli della popolazione. Lontana dal welfare di altri Paesi più attenti alle esigenze dei propri cittadini più bisognosi, la Grecia non spende quanto dovrebbe per situazioni di disagio sociale, fisico o d’altro genere. Purtroppo la crisi ha ulteriormente prosciugato i fondi a disposizione di parecchi progetti di sostegno al reddito lasciando una sostenuta fascia della popolazione senza aiuti economici.

Questi in breve i vantaggi e gli svantaggi del vivere in Grecia. Sicuramente la trattazione non ha toccato tutti i punti possibili ma ha cercato perlomeno di allargarsi in diversi settori. Analogamente al proprio settore di interesse o di competenza ciascuno di coloro che vivono qui potrebbe ovviamente aggiungere alla trattazione ulteriori pro e contro.

Il post, va chiarito, è stato scritto senza volontà di critica nei confronti dello Stato greco e della sua popolazione ma con la speranza che possa essere utile nel fare le dovute considerazioni a chi insegue il progetto di trasferirsi qui.

images (4)
Pensieri ateniesi

Atene, una città esteticamente piacevole?

Una delle domande ateniesi che più mi tengono impegnata in quest’ultimo periodo è come mai la capitale greca non trovi tutti concordi nel definirla entusiasmante dal punto di vista estetico.

Sono cosciente che chiedere ad un filellenico se Atene è una città bella equivale a fare una domanda retorica ma provo lo stesso ad interrogarmi su questo argomento e a cercare di capire perchè non tutti la pensino in questo modo. Del resto mi capita di parlare con gente (sui social e nella quotidianità) che non si può definire completamente filellenica o “estremista” della Grecia e di scoprire che alcuni individui non hanno un’opinione di Atene così favorevole.

In questo dibattito sulla piacevolezza e sulla “bellezza” della città si scontrano da una parte coloro che considerano Atene affascinante a prescindere e dall’altra coloro che sono pronti ad comprovarne minuziosamente le mancanze; tutte e due gli schieramenti, devo ammettere, sono piuttosto agguerriti e le discussioni che seguono, in caso di confronto, altrettanto accese.

Ad esempio, chi esalta solamente le meraviglie di Atene, lo spettacolo inequiparabile dell’Acropoli di sera, la sua atmosfera cittadina unica, i suoi luoghi storici, il suo spingersi sino al mare (quello sarebbe Pireo ma va bene lo stesso) non vede o passa sopra ad alcune brutture architettoniche, alle case tutte uguali, all’immondizia fuori dai cassonetti, al poco verde a disposizione.

D’altro canto i pessimisti e i delusi parlano solo di marciapiedi sconnessi, di degrado, di sporcizia un po’ ovunque, di autobus in ritardo, di inquinamento e tralasciano quanto di meraviglioso rende questa città così particolare, le recenti migliorie apportate in molti settori, la sicurezza moltiplicata, le nuove costruzioni che proiettano Atene in una dimensione più moderna.

Gli entusiasti sottolineano l’incanto di uno dei centri storici europei più belli, i denigratori puntano il dito contro le condizioni inqualificabili di alcune zone della capitale greca. Chi ama Atene adora la sua vitalità ma chi la sottovaluta fa notare come lo sviluppo urbano non abbia avuto delle direttive serie.

Atene è vero, non è una città cresciuta urbanisticamente in modo pianificato e spesso i suoi edifici soprattutto quelli a scopo abitativo, sono il risultato della fretta di qualche decade fa, di stipare tanta gente in poco tempo e in poco spazio. Gli studi approfonditi sui bisogni sociali ed individuali, soprattutto nei quarteri più popolari, sono stati messi da parte per far posto a manovre speculative. Questo ha creato i problemi con cui la capitale odierna si confronta senza sosta.

Inoltre la capitale trascura in parte il decoro urbano, non valorizzando e non sovvenzionando ristrutturazioni alle tante costruzioni d’epoca presenti in centro; in zone turistiche come Psirrì non è raro imbattersi in edifici fatiscenti e in strade con asfalto sconnesso e spazzatura abbandonata ai margini .

A favore di Atene però va decisamente sostenuto quanto la città- secondo l’opinione di molti-sappia donare sensazioni senza paragoni nonostante tutte queste presunte manchevolezze.

L’ inarrivabile fascino di Atene risiede sicuramente in quei luoghi ricchi di cultura ed intensi a tal punto che una visita ad un sito archeologico si tramuta spesso in un vivido salto nel passato. Ogni pietra è impregnata di essenza millenaria e concorre a creare un’atmosfera difficilmente percepibile altrove.

Ma non solo.

A coloro che preferiscono la modernità la capitale non volta le spalle e dà la possibilità di passeggiare in una città in bilico tra Oriente ed Occidente, odorosa di spezie e tenacemente attaccata ai propri valori. La vitalità greca si esprime in un insieme di colori, di sapori, di tradizioni, che lascia letteralmente incantati i visitatori (e non solo). I quali, di buon grado, sono pronti a dimenticare o a minimizzare gli aspetti meno positivi della capitale greca.

Insomma, sono conscia che il mio punto di vista possa essere accusato di poca obiettività però, nonostante cerchi di essere equilibrata quando si parla di Atene non posso non pensare che la città si faccia perdonare ampiamente i suoi difetti. Per me- e credo per molti- Atene è un posto che possiede talmente tanto fascino da non poter nemmeno essere descritto.

Non è la città perfetta, ovvio, ma è una città unica che il passare del tempo ha potuto rendere solo più attraente

 

 

11240771_732712553524834_1091179740477003637_n
News da Atene

9+1 cose da fare gratis ad Atene

Sebbene Atene abbia giustamente valorizzato e messo a pagamento quasi tutte le sue attrazioni archeologiche e culturali, in città si può visitare qualcosa di estremamente interessante senza tirar fuori nemmeno un euro. SRDK ha scelto per voi una serie di luoghi assolutamente da vedere il cui ingresso è gratis e in più vi consiglia qualche sito dove cercare eventi e manifestazioni gratuiti.

I suggerimenti valgono tanto per chi visita la città per la prima volta tanto per chi abita stabilmente nella capitale; date un’occhiata all’utile mini- guida alle entrate gratis che Atene offre e sicuramente troverete qualcosa che fa al caso vostro!

 

  • Entrata ai musei e siti archeologici statali:

In alcuni giorni dell’anno l’ingresso ai musei e siti archeologici STATALI è gratis. Questo significa che alcuni musei come quello dell’Acropoli (che è privato) non sono compresi. Le giornate con accesso libero sono:

6 marzo: Giornata “Melina Merkouri”; 18 aprile: Giornata dei Monumenti; 18 maggio: Giornata Mondiale dell’Ambiente/ Musei; 28 ottobre: Festa Nazionale Greca

Ogni prima domenica del mese dal 1° novembre al 31 marzo

Ogni ultimo weekend di settembre (Giornata Europea del Patrimonio Culturale)

In genere i musei privati tengono aperti senza biglietto il 18 maggio per la giornata internazionale dei Musei

Oltre ai siti ad ingresso gratuito alcuni giorni dell’anno ce ne sono altri dove non è necessario pagare il biglietto per ammirare le antichità all’interno. Il sito del Keramikos, ad esempio, si può tranquillamente apprezzare da odòs Ermou da una parte e da odòs Pireos dall’altra. Lo stesso vale per l’Agorà romana e per parte di quella antica. Ben visibile è altrettanto il sito di Zeus Olimpio. Ovviamente entrare nei siti è tutt’altra cosa ma se è non la vostra prima volta ad Atene e non volete acquistare di nuovo il biglietto cumulativo potete decidere benissimo di vederli dall’esterno. Per informazioni dettagliate sui siti e sui biglietti leggete la sezione del blog “Siti e musei” 

  • Fondazione Stavros Niarchos

La fondazione Stavros Niarchos ha recentemente inaugurato il poderoso complesso donato alla cittadinanza greca. La sua splendida posizione, a poca distanza dal mare, il tanto verde e le aree attrezzate ne hanno fatto subito una destinazione urbana tra le preferite degli ateniesi. L’ingresso è gratuito e si può non solo godere del parco esterno ma altrettanto della struttura principale in cui si svolgono mostre e concerti. Per informazioni consultate la pagina http://www.snf.org/en/

  • Accademia di Platone

20160515_152043

Gli scavi del sito

Volete provare la sensazione di aggirarvi negli stessi luoghi dove faceva lezione Platone? Visitando il sito dell’Accademia platonica realizzare questo tuffo nel passato è in qualche modo possibile. L’ingresso al sito è gratuito così come l’ingresso al museo digitale che sorge accanto.

LuogoParco Akadimias Platonos, entrata da odòs Kratilou

Orario entratasempre aperto Biglietto: ingresso gratuito

Museo digitale dell’Akadimia

Luogo: odòs Alkmenos 1 

Orario entrata: da martedì a domenica dalle 9.00 alle 16 (lunedì chiuso) Biglietto: ingresso gratuito. Se volete saperne di più sull’argomento, leggete questo articolo sull’Accademia di Platone

  • Collina di Filopappou

Se siete dalle parti di Koukaki non potete perdervi la salita alla collina di Filopappou (o delle Muse) da cui potrete godere di una stupenda visuale sulla Acropoli e sul golfo di Saronico. Per raggiungerla arrivando dalla Plaka, avendo come punto di riferimento il Museo dell’Acropoli, proseguite su Dionisiou Areopagitou fino alle indicazioni che vi condurranno al monumento eretto alla memoria del famoso magistrato romano situato sulla cima, passando davanti alla chiesa di Agios Dimitrios e al luogo di prigionia di Socrate.

  • Evzones davanti al Parlamento

Se volete evitare la folla che si accalca nelle ore più tarde, iniziate la giornata godendovi il complicato rituale inscenato dagli Euzones ad ogni cambio d’ora davanti al Parlamento. Tutto il giorno, due guardie sorvegliano la Tomba del Milite Ignoto e il Parlamento ellenico. Allo scoccare dell’ora, i due soldati danno luogo all’elaborata cerimonia del cambio della guardia con altri due Evzones che arrivano dalla Caserma della Guardia situata dietro al Palazzo del Parlamento. Lo stile di marcia delle guardie è molto particolare e consiste in una marcia normale con intervalli in cui i soldati colpiscono il terreno con il piede destro. Durante il cambio della guardia in Atene gli Evzones effettuano i loro movimenti molto lentamente e in modo altamente coreografico.

Non perdetevi la cerimonia che avviene la domenica all’incirca alle 10.45 , con tanto di sfilata; cercate di arrivare presto perchè soprattutto in estate è molto affollata.

  • Anafiotica

download (3)

Anafiotica e i suoi vicoli

 

Oltre a passeggiare tra i vicoli della parte “bassa” ed “alta” della Plaka  è quasi d’obbligo fare visita ad Anafiotica, un piccolo villaggio costruito dagli abitanti di Anafi emigrati dalla loro isola e giunti alle pendici dell’Acropoli. Poichè i costruttori delle casette hanno cercato di ricreare l’atmosfera dei luoghi di cui volevano rievocare i ricordi, passeggiando tra i vicoli di Anafiotica vi sembrerà davvero di trovarvi in un’isola delle Cicladi.

Per arrivare in questo caratteristico agglomerato vi basterà salire da odòs Trassillou, proseguire per odòs Stratonos e poi seguire le indicazioni per Anafiotica.

  • Ethnikòs kipos e Zappio

Proprio accanto al Parlamento il giardino nazionale costituisce un’importante zona verde nel centro più centro di Atene. La sua creazione si deve alla volontà reali greci che li progettarono, come luogo privato, intorno al 1830. Significativa la presenza di piante originarie di diverse parti del mondo in stretta relazione con l’originaria destinazione dei giardini come luogo di ricerca botanica. I giardini sono aperti al pubblico ogni giorno dal sorgere al calare del sole.

A sud rispetto ai giardini nazionali si trova un altro importante edificio, lo Zappio. Si tratta di un edificio costruito come spazio polifunzionale ma che ultimamente ha  una funzione prevalentemente rappresentativa. Il progetto fu finanziato soprattutto dal commerciante greco Evangelos Zappas e prese il nome dal suo mecenate. Lo Zappio venne completato nel 1888 e da allora ha ospitato diverse importanti cerimonie e mostre. Come per il giardino nazionale l’ingresso è gratuito

  • Musei in metropolitana

download (6)

I reperti esposti nella stazione di Syntagma

In alcune delle più importanti stazioni della metropolitana sono stati allestiti dei piccoli musei che mettono in mostra i reperti rinvenuti duranti i lavori per la realizzazione delle linee transitanti. Tra le tante, in quella di Monastiraki, oltre alle rovine originarie, vedrete scorrere uno dei pochi fiumi di Atene, l’Eridanòs. L’esempio più rappresentativo però è quello della fermata di Syntagma che espone vasi e ceramiche pregiate. Accanto all’entrata principale della metro, in superficie, potrete ammirare inoltre parte dell’antico sistema dell’acquedotto di Pisistrato.

  • Ksilapothiki

Siete dalle parti del Pireo? Non dovete allora perdervi la mostra ad ingresso gratuito “Stin epifania” che mette a disposizione del pubblico i reperti trovati durante gli scavi dell’ampliamento della linea 3 verso il Pireo. La mostra rimarrà aperta fino al termine di lavori per il prolungamento della metropolitana. Accanto alla Ksilapotiki è possibile ammirare gli scavi dell’antico teatro del Pireo.

Luogo della mostra: Ksilapothiki, Odòs 34 Suntagmatos (entrata da Odòs Pilìs), Pireas

Orari e giorni: Lunedì, Mercoledì, Sabato e Domenica 9.00 -17.00 Giovedì e Venerdì 12.00 -20.00

                          Martedì chiuso

Gli scavi al Pireo vi interessano? Qui trovate l’articolo completo sulla mostra 

  • Siti web per eventi gratuiti

Per concludere la rassegna dei luoghi che si possono visitare gratis ad Atene non potevano mancare due siti web costantemente aggiornati su mostre, rassegne ed eventi completamente gratuiti. Il primo è For Free ed è disponibile in greco ed in inglese: http://www.forfree.gr/en/, il secondo si chiama Culture now èd consultabile però solo in greco http://www.culturenow.gr/

 

 

 

 

 

 

images (4)
Pensieri ateniesi

Atene, la città che i greci stranamente non amano

Abitando in Grecia mi è sempre apparso strano che, pur elogiandola per la sua indiscussa importanza culturale e storica, i greci non apprezzino Atene quando dovrebbero. Non è raro sentire qualcuno di loro parlarne con tono tutt’altro che entusiasta criticandone a volte il caos snervante, l’architettura approssimativa, il degrado crescente, i rapporti umani deteriorati. In questo non c’è differenza tra i greci che abitano altrove (a Salonicco ad esempio sono molto poco generosi verso la capitale) e chi invece qui ci vive.

Un motivo però c’è: tantissimi degli abitanti della capitale non sono originari di Atene ma provengono da altre città o villaggi, spesso da qualche isola. Nonostante vivano magari qui da anni non solo non percepiscono Atene come la “loro” città ma motivano il trasferimento più che altro come una necessità irrinunciabile dovuta agli studi o al lavoro. E’ impressionante vedere come solo le persone più giovani- magari studenti giunti qui da altre località- per cui Atene significa evasione, divertimento e realizzazione delle proprie ambizioni abbiano una buona considerazione della metropoli. Spesso però non succede nemmeno questo e moltissimi giovani non aspettano altro che terminare gli studi per sperare in un’occupazione nella loro terra d’origine. Lo stesso accade a chi ha un impiego e agogna il ritorno al proprio villaggio o alla propria isola una volta smesso di lavorare.

Ovviamente si può capirli: la Grecia è così bella nelle sue città di provincia, nei suoi villaggi e nelle sue isole che i grigi quartieri di Atene, costruiti in fretta e furia senza molta attenzione alle necessità degli abitanti appaiono a molti davvero traumatici. Inoltre c’è da tenere presente quanto la recente crisi economica abbia modificato le condizioni di vita, rendendo difficile arrivare alla fine del mese e privando spesso le persone di quegli incentivi che facevano apparire Atene come un miraggio di benessere e di stabilità economica.

Sicuramente la metropoli non è estranea ai problemi che ogni altra grande città affronta; avevo già parlato però del pericoloso degrado che avvolge il centro e che rende la situazione ateniese abbastanza particolare e difficoltosa. Atene è inoltre una città immensa, cresciuta in fretta, a tratti occludente per la mancanza di spazi collettivi e di luoghi verdi. Non stupisce che in occasione dei weekend, della Pasqua e di vacanze più o meno lunghe la capitale si svuoti. Gli ateniesi alla prima occasione evadono letteralmente e cercano nei loro luoghi di origine quella calma, quel rapporto con la natura, quella profondità umana che la tentacolare Atene non può dare.

Un tempo la città era più curata, Atene splendeva delle sue tante attrazioni, le relazioni tra individui erano più facili e durature. Ora, la metropoli con i suoi ritmi frenetici garantisce solo un anonimato pesante che si diluisce spesso in una quotidianità irta di ostacoli.

Forse per instillare un po’ di amore in più nei greci verso la loro gloriosa capitale bisognerebbere che le condizioni tornino quelle di un po’ anni fa; retribuzioni decenti, trasformazioni urbane e sociali importanti che rendano chi abita qui fiero della sua scelta. Ci vorrà sicuramente tempo ma sono fiduciosa che arriverà un momento in cui apprezzaranno Atene per il suo indiscusso fascino non solo i turisti e i filellenici che la visitano ma soprattutto i tanti greci- ateniesi d’adozione- che la abitano e che in fondo, della loro Atene, difficilmente potrebbero fare a meno.

 

download (6)
News da Atene

Cosa comprare ad Atene: proposte inusuali, economiche e made in Greece

Se pensate che tornare da Atene con dei regali- per voi stessi o per gli amici- di buon gusto, economici e non banali si profili come un’impresa ardua…non vi resta che ricredervi. SRDK  è qui per consigliarvi dove andare a curiosare per trovare quello che renderà i vostri ricordi ateniesi davvero memorabili.

Non ne potete più dei soliti oggetti inutili con la scritta Greece in bella mostra? In questo post trovate consigli pratici su come evitarli (e dirigervi verso altro). Avete tanti regalini da fare ma il vostro budget è limitato? Niente problema! Per fortuna partire dalla Grecia senza lasciare qualcuno privo di souvenir è più che possibile.

SRDK ha preparato per voi una serie di suggerimenti- divisi in macro-settori- dai quali potete attingere se non sapete su cosa orientarvi; ovviamente le dritte propongono tutti prodotti rigorosamente made in Greece!

 

  • Per chi vuole prendersi cura di sé “alla greca”:

Avete mai pensato di sostenere l’economia greca comprando dei prodotti per la cura della persona? Ultimamente molte aziende elleniche stanno intelligentemente mettendo sul mercato delle serie realizzate a partire da ingredienti naturali, mediterranei e spesso coltivati da micro-coltivatori; per rassicurare poi i clienti più esigenti va sottolineato che molti di questi prodotti sono inoltre eco-biologici. Spettacolare, ad esempio, il sapone nero di Santorini o i vari bagnoschiuma che avvolgono con note agrumate o speziate e che ricordano i tramonti d’estate sul qualche isola.

Dove: trovate un’ampia varietà di questi prodotti nello spazio dedicato di alcuni grandi catene specializzate come ad esempio Attica, su Panepistimiou 9

 

  • Per gli amanti della lettura:

Se siete tipi impegnati culturalmente e non volete lasciare la capitale greca senza un ricordo adeguato provate a cercare in quale negozio ben fornito del centro. Un libro di foto artistiche di Atene o su qualche altro soggetto greco potrebbe fare al caso vostro. Ovviamente se volete cimentarvi con il greco e leggere qualche autore in lingua originale- magari uno dei giallisti di cui abbiamo parlato un po’ di tempo fa- qui andrete a colpo sicuro.

Dove: Tra i tanti negozi del centro il  più comodo e fornito è sicuramente il Public di Plateia Syntagma

 

  • Per chi vuole la Grecia sempre a portata di mano:

Un modo per passare un anno all’insegna della Grecia è senza dubbio prendere un calendario con delle evocative immagini di questo meraviglioso Paese. Sicuremente troverete una buona scelta di tematiche e di dimensioni che soddisferanno i gusti di tutti.

Dove: al Public di Plateia Syntagma avrete solo l’imbarazzo della scelta.

 

  • Per chi studia greco:

Un regalo utilissimo e- sicuramente molto apprezzato- da chi si cimenta con il greco è un testo di lingua; la varietà di titoli è ampia e ci sono davvero tante proposte che all’estero si trovano con difficoltà. Molte delle ultime uscite sono piacevoli da consultare, ricche di dialoghi utili e di pagine colorate.

Dove: i negozi più forniti per i libri di testo sono Ianos su odòs Stadiou 24 e al Polyglotstore su odòs Akadimias 84

Se invece volete qualcosa di più leggero perchè non provate a migliorare il vostro greco con gli irresistibili fumetti di Arkàs? Le opere di questo conosciutissimo umorista e abile disegnatore, hanno spesso come protagonisti degli irriverenti animali. Divertimento assicurato!

Dove: trovate un’ampia collezione di fumetti di Arkàs al Public di Plateia Syntagma

 

images (2)

ethnos.gr

  • Per gli amanti della masticha:

Se siete degli estimatori del liquore originario di Chios non potete assolutamente perdervi l’occasione di visitare un Masticha shop. Qui potrete trovare una vastissima scelta di bottiglie di distillato resinato accanto a molti prodotti per la bellezza e per il corpo realizzati proprio con questo profumato ingrediente.

Dove: ad Atene centro visitate il Mastiha shop di Panepistimi

  • Per chi preferisce qualcosa di più “sostanzioso”:

Entrate in un supermercato ben fornito e fate scorta di prodotti greci non deperibili. Le alternative sono tante e vanno dal miele al tachini, dalla frutta secca (pistacchio di Egina, ad esempio) al chalvàs, dalle marmellate realizzate con frutta locale ai dolci al cucchiaio (glukà koutalioù). La confezione avrà meno orpelli ma potete stare certi, in questo caso, che sono gli stessi prodotti che mangiano i greci!

 

 

Per ovvi motivi non ho citato marche particolari nel post. Se desiderate informazioni più approfondite circa qualche prodotto o qualche consiglio presente nel post, potete scrivermi un messaggio alla pagina Facebook di SRDK oppure mandare la vostra richiesta ad info@sullerivedelkifissos.it

download (1)
News da Atene

Plenilunio d’agosto ad Atene: eventi in programma nei siti archeologici

Sono davvero tante le iniziative organizzate in tutta la Grecia per celebrare il plenilunio di agosto, considerato il più suggestivo di tutto l’anno. Per il 7 agosto sono in programma più di 90 eventi in 115 siti archeologici sparsi in tutto il Paese.

Ad Atene e nei dintorni, ovviamente, non mancheranno le manifestazioni, i concerti e le aperture straordinarie di siti archeologici e musei. Sono previste inoltre ingressi e visite guidate gratuite ai più suggestivi siti dell’Attica. SRDK vi presenta le iniziative più meritevoli. Buon plenilunio… o meglio kalì panselino!

Atene:

Acropoli:

Il sito archeologico rimarrà eccezionalmente aperto fino alle 20

Museo dell’Acropoli:

Per l’occasione il Museo- aperto come ogni lunedì dalle 8.00 alle 16.00- riaprirà le porte alle 20.00 con ingresso gratuito fino a mezzanotte.

Concerto di Manoli Mitsià, con un ricco repertorio di brani classici dei compositori greci più famosi.

Sito archeologico e museo del Keramikòs:

Il museo e il sito rimarranno aperti dalle 20 sino a mezzanotte. Per motivi di sicurezza l’ingresso al sito archeologico verrà limitato alle adiacenze del museo.

Sito archeologico di Zeus Olimpio:

Il sito rimarrà aperto dalle 20 alle 22. In programma, dalle 20, un concerto filarmonico.

Dimos Galatsiou:

A Galatsi sono in programma due eventi. Il primo, dalle 20.00 di sera prevede visite guidate del Ministero della Cultura alla chiesa bizan di Ag. Georgios (altrimenti conosciuta come Omorfokklisia). Un’imperdibile opportunità per ammirare le pareti dipinte del che normalmente apre solo per la festa del Santo.

Il secondo evento comprende un concerto dell’artista Haig Yazdjian in programma per le 21.00 proprio davanti alla chiesa, sotto la luna piena.

Museo archeologico del Pireo:

Per l’occasione il museo resterà aperto fino alle 23.30. In programma, alle 21, il concerto “Melodies stin panselino”

 

Attica:

Sito archeologico e museo di Vravrona:

Sono previste visite guidate al sito dalle 19 alle 20. Dalle 20 alle invece le visite si sposteranno all’interno del Museo archeologico. Dalle 21 davanti al museo si terrà il concerto del gruppo Χειμερινοί Κολυμπητές (Chimerinoì Kolimbitès).

Tempio di Posidone a Sounio:

Il sito per l’occasione rimarrà aperto fino a mezzanotte

Museo di Megara:

Il sito rimarrà aperto dalle 20 a mezzanotte. In programma un concerto musicale

 

Il programma completo delle manifestazioni è consultabile – in greco- alla seguente pagina

images (4)
Pensieri ateniesi

Atene, la città dal clima (quasi) perfetto!

Ogni volta che penso al successo che Atene suscita tra i turisti, i visitatori e gli stessi greci non posso non soffermarmi sull’ importanza rappresentata dal suo microclima e dalla sua posizione. Non c’è quasi nessuno- turista o abitante- che non ne sottolinei l’impatto positivo sull’umore e, in generale, sulla quotidianità.

E come non dare ragione agli entusiasti del clima ateniese? Estati lunghe, poche precipitazioni nei mesi invernali e la presenza di venti moderati rendono la città “vivibile” quasi tutto l’anno. Pochissimi weekend rovinati dalla pioggia, temperature miti e decisamente piacevoli da marzo a novembre: cosa si può volere di meglio?

Se parlate in particolare con i greci- indipendentemente dalla loro provenienza- vi faranno notare come il clima dell’Attica venga definito da più parti come il migliore della Grecia (che già gode di una posizione privilegiata all’interno del Mediterranneo).

Ma Atene dove si colloca climaticamente? La metropoli, un agglomerato abbastanza esteso di 400 km2, rappresenta un po’ una particolarità; basti pensare che i sobborghi a nord come Maroussi o Kifissia rientrano nella fascia temperata (con inverni freddi e umidi ed estati calde e secche) mentre quelli a sud in quella mediterranea (con inverni più miti ed estati decisamente calde e secche)! Provate a partire dal centro della città e a dirigervi verso nord; inverno o estate percepirete una netta differenza di temperatura nonostante i pochi kilometri percorsi. Non sembra, ma verso nord si sale; Kifissia si trova a quasi 300 metri di altitudine!

L’enormità di Atene porta però con sè una conseguenza piuttosto negativa d’estate; il cemento e le attività umane provocano un’innalzamento delle temperature di diversi gradi rendendo davvero difficile sopportare gli oltre 40 gradi che si verificano facilmente nei mesi più caldi. Di contro, l’inverno, grazie alla concentrazione di edifici e al calore emanato da essi, non è mai troppo rigido.

La fortuna di Atene comunque sta davvero nella sua posizione: circondata dall’Imittos e dal Parnitha che la proteggono dai freddi venti provenienti da nord, approfitta dell’azione mitigatrice dal mare a sud. Il pericolo nevicate è quasi sempre scongiurato ma non del tutto assente. In caso cadano i primi fiocchi di neve ci si affretta a chiudere le scuole e a barricarsi in casa- o in qualche kafeteria; si sa già che la città rimarrà bloccata fino alla passata emergenza.

 

images (2)

Atene coperta dalla neve: raro, ma può succedere

L’unico problema serio dato dal clima secco però, a mio avviso, resta la mancanza di pioggia. E’ piacevole all’inizio non doversi preoccupare che qualche precipitazione improvvisa costringa a cambiare programma durante la giornata. Non piovendo quasi mai la città però non viene “lavata” a dovere e questo ha di sicuro delle ripercussioni. Non solo; spesso i rovesci- dopo mesi di siccità- sono così intensi che le strade diventano presto impraticabili e la circolazione di veicoli e pedoni si blocca. Gli allagamenti sono tutt’altro che infrequenti…ma ci si fa l’abitudine. La pioggia non dura mai molto ad Atene; dopo poco di solito torna il sereno (e spesso, il caldo).

E’ indubbio che il clima mite abbia determinato condizioni favorevoli per lo sviluppo della città sin dall’antichità e abbia contribuito alla sua ascesa come potenza del Mediterraneo. Attualmente, quello stesso felice connubio di eventi atmosferici la rende la destinazione preferita di migliaia di visitatori durante tutto l’anno. L’Atene turistica non si riposa quasi mai: solo nei mesi più “freddi” si ha un calo delle presenze ma c’è comunque chi sfrutta la poca confusione per gustarla al meglio.

Insomma, tranne qualche piccola imperfezione si può affermare che Atene abbia il clima quasi perfetto per godersi la città appieno; stare all’aperto, organizzare qualche escursione nei dintorni (l’Attica è davvero meritevole), andare al mare il più spesso possibile sono tutti progetti realizzabili in poco tempo e senza spendere troppo. Nel caso però Atene vi attiri ma non sopportiate il caldo o amiate la pioggia e le nuvole (come me), non disperate: al nuovo clima- e ai suoi vantaggi- ci si abitua davvero in fretta!