Browsing Category

Mikrolimano e Kastella

IMG_0661
Mangiare e bere, Mikrolimano e Kastella

Mikrolimano per tutte le tasche

Dopo il genetliaco del sottoscritto in versione ristretta SRDK è giunto il momento di festeggiare in maniera più ampia con i nostri più fedeli sostenitori. La scelta della zona è stata quanto mai facile dal momento che era ben chiara per l’occasione l’intenzione di ritornare, dopo lo scorso anno, al Pireo. A differenza del 2015 però abbiamo deciso di spostarci di qualche chilometro da Piraiki verso Mikrolimano. La zona di Mikrolimano pullula di locali ma spesso e volentieri costosi (è una delle zone migliori e più chic del Pireo) e non sempre la qualità giustifica il prezzo; una domenica trascorsa al Mikrolimano ci ha fatto propendere per l’Ammos, un mezedopoleio che ci ha ispirati per i prezzi modici, per la vista sul porticciolo e per l’arredamento che richiama la classica isola ellenica.

Dopo la prenotazione – quanto mai necessaria durante il weekend – eravamo sicuri di trovare posto nonostante fossimo una tavolata di 6 persone e infatti veniamo subito fatti accomodare nel centro della sala; come si può dedurre dal nome del locale (sabbia in italiano) il menu è fortemente orientato sul pesce. Del resto era proprio quello che il festeggiato richiedeva per il suo compleanno! Tra cozze, risotto ai frutti di mare, sgombro alla piastra, calamari fritti e spaghettata di mare ai gamberi – per citare solo alcuni tra i piatti ordinati – l’offerta culinaria dell’Ammos rientra tra quelle del mezedopoleio di mare a prezzi modici.

Per quanto riguarda il servizio come in altri locali di Atene soffre della sindrome del “tutto contemporaneamente”, ovvero i piatti arrivano quasi tutti nello stesso istante azzerando il già poco spazio disponibile nel tavolo e anche il pagare è stata impresa abbastanza ardua dal momento che abbiamo dovuto attendere e non poco di essere considerati e di poter versare quanto dovuto nelle mani dei solerti ma disorganizzati camerieri. A parte questo possiamo tranquillamente affermare che il servizio è stato nella media, niente di eccezionale ma nemmeno niente di tremendamente negativo da segnalare. Il costo, come già anticipavamo, è stato decisamente contenuto trattandosi di Mikrolimano. Non lesinando sulle ordinazioni abbiamo sborsato una media di circa 15 euro a testa.

In conclusione non possiamo che confermarvi che se siete alla ricerca di un locale economico, ma dove si mangia bene, in quel di Mikrolimano l’Ammos è ciò che fa per voi; abbiate solo l’accortezza di prenotare se avete in programma di visitarlo durante il weekend perché è molto gettonato da greci soprattutto.

Indirizzo:

Akti Koumoundourou 44, Pireo telefono: 210 4221868

Come arrivare:

Fermata Skalakia (filobus 20)

2015-12-2512.57.14
Mikrolimano e Kastella

Natale alla Mecca? No, al Mecca di Mikrolimano!

Natale 2015 ad Atene. Come trascorrere lontano dalle famiglie questo giorno che la tradizione ci vorrebbe festeggiare riuniti con i propri cari? Le alternative in una città come la capitale ellenica non mancano. Partiamo dal presupposto che la stragrande maggioranza dei greci festeggia il Natale la sera della vigilia, con il classico veglione caratterizzato da un numero imprecisato di portate che fa seguito alla Messa di mezzanotte. Questo modo di festeggiare è abbastanza distante dalla nostra tradizione (da buoni italiani settentrionali) di festeggiare principalmente il giorno di Natale con il pranzo a ricoprire il ruolo di pasto più importante. Ovviamente le nostre abitudini hanno avuto molto peso nello stilare i programmi per la nostra giornata natalizia; scartati i vari veglioni natalizi nelle taverne e nei ristoranti, con menù fissi e prezzi fuori dalla norma ateniese, abbiamo deciso di restringere la nostra ricerca a quei (pochi) ristoranti che fossero aperti il giorno di Natale per un tradizionale pranzo.

La scelta è ricaduta sul Mecca un ristorante situato a Mikrolimano, uno dei quartieri a noi più cari del Pireo e che vorremmo visitare più spesso ma che la moltitudine di locali e di zone da esplorare nella metropoli ateniesi ci impedisce spesso di fare. La giornata è quanto meno primaverile con una temperatura di quasi 20 gradi, poco consona al periodo e che non aiuta decisamente l’atmosfera natalizia. Ce ne faremo una ragione e apprezziamo comunque la calura fuori stagione che rimpiangeremo una settimana dopo (ma questa è un’altra storia..).

Il caldo non si fa sentire solo per noi umani, ma anche i nostri amici quadrupedi sembrano stupiti da tanto caldo fuori stagione.

Arrivati in poco tempo dalla fermata del filobus al Mecca veniamo accolti da un solerte cameriere, che dopo aver verificato la nostra prenotazione, ci fa accomodare al nostro tavolo al piano superiore da cui si ha una visuale decisamente piacevole sul Mikrolimano e su Atene.

Il Mecca non ha menù speciale a prezzo fisso per il pranzo di Natale, ma ha il proprio menu standard da cui scegliamo senza indugi un’insalata al salmone e un pollo in crosta di parmigiano con una salsa al basilico che riscontrerà i nostri favori.

Siamo gli unici avventori del locale, vuoi per l’ora antelucana (le 13…) vuoi perché la maggior parte dei greci sono ancora intenti a digerire la cena della vigilia; grazie a questo il servizio è abbastanza veloce, anche se un po’ assente. Ordiniamo come dolce una cheesecake alla ciliegia che chiuderà in bellezza il nostro pranzo natalizio e paghiamo un conto davvero irrisorio (31 euro) per quanto mangiato e bevuto. In definitiva siamo rimasti decisamente soddisfatti della location; il Mecca è un bar-ristorante elegante ma non stucchevole, dove poter venire semplicemente a bere qualcosa (lo spazio destinato al bar è in riva al mare, mentre il locale ristorante è sulla strada) o dove mangiare piatti gustosi e non banali a un prezzo ragionevole. Nel fine settimana o comunque per cenare è indispensabile la prenotazione, dal momento che vi è spesso musica dal vivo.

Ce ne ritorniamo ad Atene felici del Natale trascorso in terra ellenica; non sarà la Pasqua ortodossa per cui tutti i greci impazziscono, ma è sempre una ricorrenza e festività molto importante e sentita e trascorrerla con queste temperature ha reso la giornata ancora più piacevole.

Indirizzo:

Akti Koumoundourou 62, Pireo.

Come arrivare:
Stazione Neo Faliro (ilektrikos), fermata Nautilos Omilos (filobus linea 20)

 

20150614_164839
Mikrolimano e Kastella, Petralona e Kallithea

Una domenica tra Mikrolimano e Kallithea

Come avrete potuto dai nostri post dei giorni scorsi, un’ondata di caldo si sta abbattendo sulla nostra simpatica capitale; ondata che dovrebbe raggiungere il suo culmine dopodomani quando si dovrebbero raggiungere i 38-39 gradi, per poi sparire rapidamente giovedì quando si prevedono piogge e/o temporali.

Ma non starò qui ad ammorbarvi con noiose previsioni del tempo, bensì sarà mia cura rendervi partecipi della domenica che Αττική e io abbiamo trascorso tra Mikrolimano e Kallithea. Il primo è un porticciolo, il più piccolo, del Pireo mentre il secondo è un sobborgo popolare a sud di Atene, ubicato tra il centro di Atene e il Pireo.

Ciò che rende molto caratteristico Mikrolimano è la quantita di ristorantini, bar, pub, caffetterie e chi più ne ha più ne metta che vi sorgono; tutti rigorosamente con vista mare (e Atene). Abbiamo scelto il Κοκόυν poiché era quello con più tavoli disponibili anche se quelli più esposti sul mare erano ahimè tutti già occupati. Localino nella norma, senza infame e senza lode. Ouzo con ghiaccio rigorosamente a parte per noi due e poi tutti verso la stazione della metro di Faliro (sulla linea 1 che collega il Pireo ad Atene) per riavvicinarci al centro di Atene.

 

 

(la lista col nome Cosmopolitan non vi tragga in inganno, il locale si chiama davvero Kokoun ma evidentemente i menu sono reduci dalla gestione precedente).
Piccola digressione su come raggiungere Mikrolimano da Atene: logica vorrebbe che si prendesse la metro 1 e si scendesse a Faliro oppure il tram da piazza Syntagma verso il palazzo dello sport SEF (Στάδιο Ειρήνης και Φιλίας ovvero Stadio della Pace e dell’Amicizia – mai definizione fu meno appropriata visto che è il palazzo dove gioca l’Olympiacos ed è spesso teatro di risse se non tra tifosi, poiché qui le trasferte dei tifosi sono vietate da moltissimo tempo, tra giocatori delle diverse squadre) e si prendesse il τρόλλεϋ, ovvero il filobus numero 20 dal capolinea. Peccato che vi siano cartelli numero ZERO che indichino la direzione da seguire per i coraggiosi che arrivano con la metro/tram e sia quindi pressoché impossibile per i non locali capire che bisogna oltrepassare la stazione del tram, passare tra i lavori in corso del prolungamento della linea tramviara -credo- attraversare la strada e raggiungere belli paciarotti il suddetto capolinea. Αττική e io l’abbiamo capito solo al ritorno, seguendo la fauna locale, mentre l’andata ce la siamo sciroppata a piedi sotto la canicola del Pireo. Non è impossibile percorrere il tragitto stazione Faliro/stazione SEF > Mikrolimano a piedi, dal momento che bisogna costeggiare il palazzo dello sport, entrare nel simpatico parchetto che sorge accanto, seguire le indicazioni per il teatro locale, oltrepassare un ponticello e percorrere la strada che costeggia il canale (artificialissimo) creato a uso e consumo dei natanti locali. Onestamente io però lo sconsiglierei soprattutto in queste giornate estive e poi perché il parco dopo una certa ora potrebbe non essere frequentato da persone molto piacevoli.

Tornando verso Atene ci siamo in seguito fermati a Kallithea, dal momento che Αττική e io volevamo fermarci in uno dei Goody’s ovvero una catena di fast-food greca, ispirata alla più famosa McDonald’s ma di qualità -devo ammettere io che non sono personalmente un cultore dei fast-food- superiore. Purtroppo o per fortuna per voi, niente foto, dal momento che la location non era niente di particolare. Degna di nota invece la salsa Goody’s, nella quale affogare le patatine fritte che non possono non accompagnare ciò che ordinerete.

Indirizzi:

Kokoun: Akti Koumoundourou 24, Pireo

Come arrivare:

Fermata Skalakia (filobus 20)

Aggiornamento del 26/04/16: Il Cocoon risulta chiuso definitivamente..