Browsing Category

Itinerari ad Atene

11240771_732712553524834_1091179740477003637_n
Itinerari ad Atene

Itinerari per vedere tutto (o quasi) ad Atene

In questa sezione vogliamo proporvi una serie di itinerari da compiere durante il vostro soggiorno ateniese a seconda della sua durata. Per comodità li abbiamo divisi per permanenze da 2, 3 e 4 giorni tentando di bilanciare l’aspetto culturale e quello ludico; ovviamente sono solo suggerimenti da cui potete prendere spunto per elaborare la vostra visita ad Atene come meglio ritenete opportuno.

Itinerario 2 giorni

1° giorno

Iniziate la vostra visita con una doverosa salita all’Acropoli magari nelle prime ore del mattino se si trovate ad Atene d’estate. In seguito, per riprendervi dalla fatica e dalla calura, fate una visita al Museo dell’Acropoli che vi darà modo di vedere tutti i reperti rinvenuti sulla collina più famosa della Grecia. In alternativa scendete verso l’antica Agorà, passeggiate tra le sue preziose rovine, ammirate il tempio di Efesto e ed entrate a dare un’occhiata ai reperti nel museo situato nella stoà di Attalo.

download (11)

Usciti da qui passeggiate tra le strade pittoresche della Plaka dando un’occhiata ai negozi per qualche regalo o qualche oggetto-ricordo. Perdetevi tra i suoi vicoli alla ricerca degli scorci più caratteristici da fotografare e da portare con voi. Se volete potete approfittarne per una veloce visita all’Agorà romana e alla biblioteca di Adriano.

Finita la visita, se avvertite la stanchezza, prendete un autobus o un trolley che vi conduca allo Stadio Panathinaico passando davanti alle colonne del Tempio di Zeus Olimpio. Oppure giungete qui a piedi e concedetevi una visita a questo sontuoso sito archeologico nel cuore di Atene.

download

La sera vi consigliamo, vista la giornata impegnativa, di aggirarvi nella zona centrale di  Psirrì, dove sicuramente troverete la taverna o il mezedopoleio che fa per voi. Vista la concentrazione di locali presenti vi sarà possibile, a poca distanza dal locale da voi prescelto per la cena, gustare un cocktail o un buon dolce per concludere degnamente la serata.

2° giorno

Iniziate la giornata da Piazza Syntagma godendovi il complicato rituale inscenato dagli Euzones ad ogni cambio d’ora davanti al Parlamento. Tutto il giorno, due guardie sorvegliano la Tomba del Milite Ignoto e il Parlamento ellenico. Allo scoccare dell’ora, i due soldati danno luogo all’elaborata cerimonia del cambio della guardia con altri due Evzones che arrivano dalla Caserma della Guardia situata dietro al Palazzo del Parlamento. Lo stile di marcia delle guardie è molto particolare e consiste in una marcia normale con intervalli in cui i soldati colpiscono il terreno con il piede destro. Durante il cambio della guardia in Atene gli Evzones effettuano i loro movimenti molto lentamente e in modo altamente coreografico.

download (4)

Scendete poi nella stazione della metropolitana dove è stato allestito un piccolo museo che mette in mostra i reperti rinvenuti duranti i lavori per la realizzazione delle linee transitanti da questo importante snodo.

Da qui spostatevi al Museo Archeologico per ammirare i migliori manufatti dell’arte greca dal periodo cicladico fino all’ellenismo. Tenete presente che per dare un’occhiata, seppur fuggevole, a tutte le collezioni presenti ci vorranno approssimativamente un paio d’ore.

Fattasi ora di pranzo muovetevi nell’adiacente Exarchia per un pranzo informale molto fuori dagli schemi dei soliti turisti. Dopo esservi adeguatamente rifocillati passeggiate nelle strade di questa vivace zona alla ricerca dei più bei murales di Atene.

Per la sera vi consigliamo di visitare Gazi dove per mangiare e divertivi non avrete che da scegliere tra le numerose possibilità che questa brulicante zona offre. Una terrazza vista Partenone o un tranquillo mezedopoleio concluderanno piacevolmente la vostra serata.

La proposta SRDK:

Se dopo la vostra visita ad Atene desiderate trascorrere il resto della vacanza su un’isola ma siete indecisi sul dove la guida a cui chiedere aiuto è sicuramente Isole della Grecia:

isole grecia

Itinerario 3 giorni

1° e 2° giorno vedi sopra

3° giorno

Per il vostro terzo giorno ad Atene vi consigliamo di prendere la linea blu della metropolitana e scendere alla stazione di Keramikos. Prima tappa una volta scesi dalla metro non può che essere l’omonimo sito archeologico; si estende tra le vie Ermou, Pireos e Asomaton e rappresenta uno dei più importanti cimiteri dell’antica Atene. Al suo interno troverete tombe risalenti dall’Età del Bronzo fino al Cristianesimo; da non tralasciare il fatto che i più importanti e famosi vasi ateniesi arrivano proprio dalle tombe del Keramikos. Tra di essi l’anfora del Diplyon contenente la più antica iscrizione conosciuta in alfabeto greco (ora custodita nel Museo Archeologico Nazionale di Atene).

download (18)

Dopo la necessaria visita al sito archeologico del Keramikos vi consigliamo di ritornare alla stazione della metropolitana da cui siete scesi poco prima per un meritato caffè in uno dei numerosi locali che danno sulla piazza. Vi diamo un suggerimento: con la stazione della metropolitana davanti a voi a sinistra troverete per la maggior parte locali dove si mangia mentre a destra sono ubicati per lo più caffetterie e bar. Se avete voglia di avventurarvi nelle viette che si affacciano sulla piazza non rimarrete delusi; questa zona pullula di locali sempre affollati e che accontentano tutti i gusti.

Dopo il caffè (e magari un pranzo) vi consigliamo di riprendere la metropolitana blu in direzione Doukissis Plakentias/Aeroporto e di scendere alla stazione di Evangelismos per una visita all’elegante quartiere di Kolonaki; il quartiere prende nome dalla “colonnetta” che si trova nella piazza principale di Kolonaki e che è un po’una caratteristica storica di questo quartiere. Qui troverete negozi di alta moda, caffetterie e ristoranti prestigiosi (e di alto livello) e potreste incontrare sportivi, attori, politici, insomma se vogliamo la Atene che “conta”. Non potrete però perdervi la salita al colle del Licabetto, uno dei più famosi di Atene; raggiungete via Aristippou (vi ferma l’autobus 060) e salite sulla funicolare che vi condurrà sulla cima del colle dove troverete una chiesa dedicata a San Giorgio, un anfiteatro (sede di concerti di artisti molto famosi) e un ristorante per le vostre cene a lume di candele con una vista mozzafiato su Atene.

download (17)

 

Per la serata il nostro suggerimento è di riprendere la linea blu sempre in direzione Doukissis Plakentias/Aeroporto e di scendere alla fermata di Agia Paraskevi (oppure prendere il filobus 10 direzione Chalandri e di scendere in prossimità del capolinea) per esplorare la zona di Chalandri, caratterizzata da una night-life molto vivace. Nei dintorni della piazza principale (Plateia Eleftheroton) si susseguono una serie di viette pedonali stracolme di taverne, mezedopoleia e ristoranti di tutti i tipi tra cui vi segnaliamo la Mpakalotaverna in via Thoukididou; qualità elevata e prezzi davvero popolari. Purtroppo non accetta prenotazioni quindi dovrete pazientare per essere accomodati a un tavolo dal momento che la frequentazione è sempre elevata.

 

Itinerario 4 giorni

1°, 2° e 3° giorno vedi sopra

4° giorno

Per la vostra ultima giornata in quel della capitale ellenica vi proponiamo due possibilità in base alle vostre esigenze, curiosità e ai vostri gusti personali:

1)  Se il mare vi attira e siete alla ricerca di ottimi ristoranti di pesce allora non pensateci due volte e prendete l’ilektrikos in direzione Pireo. Un breve viaggio di 15 minuti circa (da Monastiraki) vi separa da una città dall’identità ben definita ma che non potrebbe fare a meno della sua “vicina di casa” ben più popolata e famosa che è Atene. Una volta scesi all’elegante stazione del Pireo non dirigetevi verso il porto bensì prendete via Navarinou fino alla fermata dell’autobus 904, saliteci e ammirate il paesaggio della baia di Peiraiki. La strada costeggia il mare e un’infinità di taverne di pesce e ouzeri vi invoglierà a scendere a una delle fermate sul lungomare. Una volta finite le libagioni del pranzo riprendete il 904 fino in Plateia Kanari, ovvero la piazza che si affaccia sulla seconda baia del Pireo, ovvero Pasalimani; una moltitudine di piccole barche e yacht affolla questo scorcio di mare forse meno “selvaggio” di Peiraiki ma che fa da cornice ideale per un gelato o per un caffè in uno dei numerosi locali della zona. Per concludere il tour delle 3 baie del Pireo prendete il filobus 20 in direzione Neo Faliro fino alla fermata Skalakia. Qui potrete decidere se scendere alla baia del Mikrolimano (ovvero il porticciolo) e concedervi una passeggiata sul lungomare (magari inframezzata da un ouzo in uno dei bar che sembrano quasi avere le fondamenta sul mare per la loro vicinanza) oppure se affrontare la salita fino alla collina di Kastella da dove potrete ammirare una vista senza eguali sul Pireo, su Atene e sulla costa dell’Attica nonché sulle isole più vicine alla capitale.

Se avete ancora energia per la serata dopo questa full-immersion al Pireo vi suggeriamo di dirigervi a Koukaki (metropolitana linea rossa fermata Syggrou-Fix) dove potrete trovare locali adatti a voi in base al vostro appetito e ai vostri gusti: dalle birrerie ai rakomeladika, agli tsipouradika e alle taverne. Perdetevi nelle viette pedonali perpendicolari al viale Syggrou e percorrete le vie Veikou, Dimitrakopoulou, Falirou e Zinni; non rimarrete sicuramente delusi dall’offerta food&beverage di Koukaki.

 

Non dimenticate di salire sulla collina di Filopappou da cui potrete godere di una stupenda visuale sulla Acropoli e sul golfo di Saronico. Per raggiungerla arrivando dalla Plaka, avendo come punto di riferimento il Museo dell’Acropoli, proseguite su Dionisiou Areopagitou fino alle indicazioni che vi condurranno al monumento eretto alla memoria del famoso magistrato romano situato sulla cima.

 

2) Se siete più interessati alla cultura e non vi perdete nemmeno un museo nelle città che visitate allora vi proponiamo di dirigervi alla stazione della metro di Evangelismos nelle cui vicinanze sorgono alcuni dei musei più interessanti di Atene tra cui il Museo Benaki e il Museo di Arte Cicladica. Il Museo Benaki, riaperto nel 2000 dopo i danni del terremoto dell’anno precedente, è dedicato interamente alla storia greca e i reperti al suo interno vanno dalla preistoria alla storia contemporanea. Il Museo di Arte Cicladica, a poca distanza, ospita invece reperti provenienti dalle isole Cicladi a partire dal III°secolo A.C. e manufatti sia di arte greca antica, sia cipriota. Tenete presenti che entrambi i musei sono privati, quindi per loro non valgono i giorni di visite gratuite a cui aderiscono i musei statali (vedi “Musei e siti archeologici”).

images (4)

Dopo la doverosa visita culturale ai due musei in zona Evangelismos è ora di qualche istante di relax; scendete verso piazza Syntagma e più specificatamente al capolinea del tram, dove vi suggeriamo di salire sul tram diretto a Voula per una gita di un paio d’ore a Glyfada, ovvero uno dei comuni sulla costa dell’Attica più famosi per i suoi locali e negozi di alto livello. Vi consigliamo di scendere alla fermata di Plateia Katraki da dove potrete scegliere se proseguire a piedi sul lungomare (dove ci sono alcuni ristoranti e caffetterie) oppure se proseguire a piedi nell’entroterra di Glyfada seguendo i binari del tram; troverete pasticcerie, caffetterie, ristoranti (anche di cucina italiana e sushi tra i vari) e negozi di gioielleria e di moda di alto livello.

Per la serata vi proponiamo di tornare ad Atene con il tram diretto a Piazza Syntagma, ma di scendere alla fermata di Agia Fotini nel comune di Nea Smirni; zona poco conosciuta tra i visitatori di Atene secondo noi è una delle più vivaci e meritevoli di essere visitata tra quelle al di fuori dei circuiti più turistici. La piazza che si affaccia sulla fermata del tram è piena zeppa di caffetterie e pub mentre sul viale che porta in centro vi sono numerosi ristoranti di buon livello che non vi deluderanno. Anche qui non mancano ristoranti asiatici e di sushi così come taverne più tradizionali dedicate alla cucina greca. Avete paura di fare tardi e di non trovare più nessun tram che vi riporti in centro? Non preoccupatevi; anche il tram, come la metro, fa orario prolungato fino circa alle 2.30 di notte nelle serate di venerdì e sabato!