images (13)
Cultura e foto

I fiumi di Atene/3-Kifissos

Dopo aver parlato dell’Ilissos e dell’Iridanos è giunto il momento tanto atteso di dare uno sguardo alla storia e all’evoluzione del fiume più importante dell’Attica, il Kifissos.

Il Kifissos nasce dove il Parnitha si unisce con il Penteli e dopo 27 kilometri si getta nelle acque del golfo Saronico. E’ l’unico fiume della zona ad avere un regime regolare durante tutto l’anno. Sebbene di esigua lunghezza questo fiumiciattolo in antichità è stato innalzato al rango di divinità; una sua rappresentazione si trovava nel frontone occidentale del Partenone. In genere alle statue del Kifissos vengono, dall’età classica in poi, aggiunte delle corna taurine, probabilmente perché il toro era un animale sacro al dio Posidonas, che presiedeva all’elemento acquatico. 

download (1)

Statua del Kifissos

In epoca classica, prima di sfociare, il Kifissos percorreva le lunghe mura che correvano da Atene al Pireo.

Sotto l’imperatore Adriano sono stati svolti i primi significativi lavori volti a sfruttare appieno del fiume con la costruzione di un sistema di incanalamento delle sue acque.

Nei secoli successivi il Kifissos è sempre stato una fonte importante di approvvigionamento idrico per le zone circostanti. Nelle foto d’epoca è facile vederlo come un fiume ameno, immerso in una natura idilliaca.

22 (1)

Il Kifissos all’inizio del secolo scorso

Purtroppo con il passare del tempo, sopratutto nel periodo post-bellico questo fiume è stato usato sempre di più come scolo per le acque reflue delle tante industrie sorte nel frattempo. Questo fatto, unito ad una sostanziale mancanza di un piano per il depuramento delle sue acque, ha reso il Kifissos un fiume dal colore incerto e ha compromesso la sua natura.

All’inizio di questo secolo, per limitare il pericolo di inondazioni frequenti in occasione di piogge intense, il fiume è stato incanalato in argini di cemento per un lungo tratto (per quasi metà della sua lunghezza) sino al mare. Questa decisione, sebbene abbia centrato lo scopo che si era prefissa, ha portato alla distruzione quasi completa dell’ecosistema residuo che gravitava intorno al fiume.

26

Il Kifissos nel tratto verso il Pireo

Ultimamente il Kifissos è tornato al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica; grazie all’impegno di gruppi di volontari che si occupano di pulire le sue rive il Kifissos è tornato in alcuni punti al suo splendore originale, sopratutto nei tratti fuori città.

Dopo aver visto i principali fiumi dell’Attica potrebbe sorgere automaticamente una domanda. Ma se i fiumi di Atene hanno portata così esigua come fa la città ad approvigionarsi di acqua? Questo è un interrogativo di cui vedremo insieme la soluzione in uno dei prossimi post!

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply