images (4)
Pensieri ateniesi

Atene, una città esteticamente piacevole?

Una delle domande ateniesi che più mi tengono impegnata in quest’ultimo periodo è come mai la capitale greca non trovi tutti concordi nel definirla entusiasmante dal punto di vista estetico.

Sono cosciente che chiedere ad un filellenico se Atene è una città bella equivale a fare una domanda retorica ma provo lo stesso ad interrogarmi su questo argomento e a cercare di capire perchè non tutti la pensino in questo modo. Del resto mi capita di parlare con gente (sui social e nella quotidianità) che non si può definire completamente filellenica o “estremista” della Grecia e di scoprire che alcuni individui non hanno un’opinione di Atene così favorevole.

In questo dibattito sulla piacevolezza e sulla “bellezza” della città si scontrano da una parte coloro che considerano Atene affascinante a prescindere e dall’altra coloro che sono pronti ad comprovarne minuziosamente le mancanze; tutte e due gli schieramenti, devo ammettere, sono piuttosto agguerriti e le discussioni che seguono, in caso di confronto, altrettanto accese.

Ad esempio, chi esalta solamente le meraviglie di Atene, lo spettacolo inequiparabile dell’Acropoli di sera, la sua atmosfera cittadina unica, i suoi luoghi storici, il suo spingersi sino al mare (quello sarebbe Pireo ma va bene lo stesso) non vede o passa sopra ad alcune brutture architettoniche, alle case tutte uguali, all’immondizia fuori dai cassonetti, al poco verde a disposizione.

D’altro canto i pessimisti e i delusi parlano solo di marciapiedi sconnessi, di degrado, di sporcizia un po’ ovunque, di autobus in ritardo, di inquinamento e tralasciano quanto di meraviglioso rende questa città così particolare, le recenti migliorie apportate in molti settori, la sicurezza moltiplicata, le nuove costruzioni che proiettano Atene in una dimensione più moderna.

Gli entusiasti sottolineano l’incanto di uno dei centri storici europei più belli, i denigratori puntano il dito contro le condizioni inqualificabili di alcune zone della capitale greca. Chi ama Atene adora la sua vitalità ma chi la sottovaluta fa notare come lo sviluppo urbano non abbia avuto delle direttive serie.

Atene è vero, non è una città cresciuta urbanisticamente in modo pianificato e spesso i suoi edifici soprattutto quelli a scopo abitativo, sono il risultato della fretta di qualche decade fa, di stipare tanta gente in poco tempo e in poco spazio. Gli studi approfonditi sui bisogni sociali ed individuali, soprattutto nei quarteri più popolari, sono stati messi da parte per far posto a manovre speculative. Questo ha creato i problemi con cui la capitale odierna si confronta senza sosta.

Inoltre la capitale trascura in parte il decoro urbano, non valorizzando e non sovvenzionando ristrutturazioni alle tante costruzioni d’epoca presenti in centro; in zone turistiche come Psirrì non è raro imbattersi in edifici fatiscenti e in strade con asfalto sconnesso e spazzatura abbandonata ai margini .

A favore di Atene però va decisamente sostenuto quanto la città- secondo l’opinione di molti-sappia donare sensazioni senza paragoni nonostante tutte queste presunte manchevolezze.

L’ inarrivabile fascino di Atene risiede sicuramente in quei luoghi ricchi di cultura ed intensi a tal punto che una visita ad un sito archeologico si tramuta spesso in un vivido salto nel passato. Ogni pietra è impregnata di essenza millenaria e concorre a creare un’atmosfera difficilmente percepibile altrove.

Ma non solo.

A coloro che preferiscono la modernità la capitale non volta le spalle e dà la possibilità di passeggiare in una città in bilico tra Oriente ed Occidente, odorosa di spezie e tenacemente attaccata ai propri valori. La vitalità greca si esprime in un insieme di colori, di sapori, di tradizioni, che lascia letteralmente incantati i visitatori (e non solo). I quali, di buon grado, sono pronti a dimenticare o a minimizzare gli aspetti meno positivi della capitale greca.

Insomma, sono conscia che il mio punto di vista possa essere accusato di poca obiettività però, nonostante cerchi di essere equilibrata quando si parla di Atene non posso non pensare che la città si faccia perdonare ampiamente i suoi difetti. Per me- e credo per molti- Atene è un posto che possiede talmente tanto fascino da non poter nemmeno essere descritto.

Non è la città perfetta, ovvio, ma è una città unica che il passare del tempo ha potuto rendere solo più attraente

 

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply