11240771_732712553524834_1091179740477003637_n
News da Atene

9+1 cose da fare gratis ad Atene

Sebbene Atene abbia giustamente valorizzato e messo a pagamento quasi tutte le sue attrazioni archeologiche e culturali, in città si può visitare qualcosa di estremamente interessante senza tirar fuori nemmeno un euro. SRDK ha scelto per voi una serie di luoghi assolutamente da vedere il cui ingresso è gratis e in più vi consiglia qualche sito dove cercare eventi e manifestazioni gratuiti.

I suggerimenti valgono tanto per chi visita la città per la prima volta tanto per chi abita stabilmente nella capitale; date un’occhiata all’utile mini- guida alle entrate gratis che Atene offre e sicuramente troverete qualcosa che fa al caso vostro!

 

  • Entrata ai musei e siti archeologici statali:

In alcuni giorni dell’anno l’ingresso ai musei e siti archeologici STATALI è gratis. Questo significa che alcuni musei come quello dell’Acropoli (che è privato) non sono compresi. Le giornate con accesso libero sono:

6 marzo: Giornata “Melina Merkouri”; 18 aprile: Giornata dei Monumenti; 18 maggio: Giornata Mondiale dell’Ambiente/ Musei; 28 ottobre: Festa Nazionale Greca

Ogni prima domenica del mese dal 1° novembre al 31 marzo

Ogni ultimo weekend di settembre (Giornata Europea del Patrimonio Culturale)

In genere i musei privati tengono aperti senza biglietto il 18 maggio per la giornata internazionale dei Musei

Oltre ai siti ad ingresso gratuito alcuni giorni dell’anno ce ne sono altri dove non è necessario pagare il biglietto per ammirare le antichità all’interno. Il sito del Keramikos, ad esempio, si può tranquillamente apprezzare da odòs Ermou da una parte e da odòs Pireos dall’altra. Lo stesso vale per l’Agorà romana e per parte di quella antica. Ben visibile è altrettanto il sito di Zeus Olimpio. Ovviamente entrare nei siti è tutt’altra cosa ma se è non la vostra prima volta ad Atene e non volete acquistare di nuovo il biglietto cumulativo potete decidere benissimo di vederli dall’esterno. Per informazioni dettagliate sui siti e sui biglietti leggete la sezione del blog “Siti e musei” 

  • Fondazione Stavros Niarchos

La fondazione Stavros Niarchos ha recentemente inaugurato il poderoso complesso donato alla cittadinanza greca. La sua splendida posizione, a poca distanza dal mare, il tanto verde e le aree attrezzate ne hanno fatto subito una destinazione urbana tra le preferite degli ateniesi. L’ingresso è gratuito e si può non solo godere del parco esterno ma altrettanto della struttura principale in cui si svolgono mostre e concerti. Per informazioni consultate la pagina http://www.snf.org/en/

  • Accademia di Platone

20160515_152043

Gli scavi del sito

Volete provare la sensazione di aggirarvi negli stessi luoghi dove faceva lezione Platone? Visitando il sito dell’Accademia platonica realizzare questo tuffo nel passato è in qualche modo possibile. L’ingresso al sito è gratuito così come l’ingresso al museo digitale che sorge accanto.

LuogoParco Akadimias Platonos, entrata da odòs Kratilou

Orario entratasempre aperto Biglietto: ingresso gratuito

Museo digitale dell’Akadimia

Luogo: odòs Alkmenos 1 

Orario entrata: da martedì a domenica dalle 9.00 alle 16 (lunedì chiuso) Biglietto: ingresso gratuito. Se volete saperne di più sull’argomento, leggete questo articolo sull’Accademia di Platone

  • Collina di Filopappou

Se siete dalle parti di Koukaki non potete perdervi la salita alla collina di Filopappou (o delle Muse) da cui potrete godere di una stupenda visuale sulla Acropoli e sul golfo di Saronico. Per raggiungerla arrivando dalla Plaka, avendo come punto di riferimento il Museo dell’Acropoli, proseguite su Dionisiou Areopagitou fino alle indicazioni che vi condurranno al monumento eretto alla memoria del famoso magistrato romano situato sulla cima, passando davanti alla chiesa di Agios Dimitrios e al luogo di prigionia di Socrate.

  • Evzones davanti al Parlamento

Se volete evitare la folla che si accalca nelle ore più tarde, iniziate la giornata godendovi il complicato rituale inscenato dagli Euzones ad ogni cambio d’ora davanti al Parlamento. Tutto il giorno, due guardie sorvegliano la Tomba del Milite Ignoto e il Parlamento ellenico. Allo scoccare dell’ora, i due soldati danno luogo all’elaborata cerimonia del cambio della guardia con altri due Evzones che arrivano dalla Caserma della Guardia situata dietro al Palazzo del Parlamento. Lo stile di marcia delle guardie è molto particolare e consiste in una marcia normale con intervalli in cui i soldati colpiscono il terreno con il piede destro. Durante il cambio della guardia in Atene gli Evzones effettuano i loro movimenti molto lentamente e in modo altamente coreografico.

Non perdetevi la cerimonia che avviene la domenica all’incirca alle 10.45 , con tanto di sfilata; cercate di arrivare presto perchè soprattutto in estate è molto affollata.

  • Anafiotica

download (3)

Anafiotica e i suoi vicoli

 

Oltre a passeggiare tra i vicoli della parte “bassa” ed “alta” della Plaka  è quasi d’obbligo fare visita ad Anafiotica, un piccolo villaggio costruito dagli abitanti di Anafi emigrati dalla loro isola e giunti alle pendici dell’Acropoli. Poichè i costruttori delle casette hanno cercato di ricreare l’atmosfera dei luoghi di cui volevano rievocare i ricordi, passeggiando tra i vicoli di Anafiotica vi sembrerà davvero di trovarvi in un’isola delle Cicladi.

Per arrivare in questo caratteristico agglomerato vi basterà salire da odòs Trassillou, proseguire per odòs Stratonos e poi seguire le indicazioni per Anafiotica.

  • Ethnikòs kipos e Zappio

Proprio accanto al Parlamento il giardino nazionale costituisce un’importante zona verde nel centro più centro di Atene. La sua creazione si deve alla volontà reali greci che li progettarono, come luogo privato, intorno al 1830. Significativa la presenza di piante originarie di diverse parti del mondo in stretta relazione con l’originaria destinazione dei giardini come luogo di ricerca botanica. I giardini sono aperti al pubblico ogni giorno dal sorgere al calare del sole.

A sud rispetto ai giardini nazionali si trova un altro importante edificio, lo Zappio. Si tratta di un edificio costruito come spazio polifunzionale ma che ultimamente ha  una funzione prevalentemente rappresentativa. Il progetto fu finanziato soprattutto dal commerciante greco Evangelos Zappas e prese il nome dal suo mecenate. Lo Zappio venne completato nel 1888 e da allora ha ospitato diverse importanti cerimonie e mostre. Come per il giardino nazionale l’ingresso è gratuito

  • Musei in metropolitana

download (6)

I reperti esposti nella stazione di Syntagma

In alcune delle più importanti stazioni della metropolitana sono stati allestiti dei piccoli musei che mettono in mostra i reperti rinvenuti duranti i lavori per la realizzazione delle linee transitanti. Tra le tante, in quella di Monastiraki, oltre alle rovine originarie, vedrete scorrere uno dei pochi fiumi di Atene, l’Eridanòs. L’esempio più rappresentativo però è quello della fermata di Syntagma che espone vasi e ceramiche pregiate. Accanto all’entrata principale della metro, in superficie, potrete ammirare inoltre parte dell’antico sistema dell’acquedotto di Pisistrato.

  • Ksilapothiki

Siete dalle parti del Pireo? Non dovete allora perdervi la mostra ad ingresso gratuito “Stin epifania” che mette a disposizione del pubblico i reperti trovati durante gli scavi dell’ampliamento della linea 3 verso il Pireo. La mostra rimarrà aperta fino al termine di lavori per il prolungamento della metropolitana. Accanto alla Ksilapotiki è possibile ammirare gli scavi dell’antico teatro del Pireo.

Luogo della mostra: Ksilapothiki, Odòs 34 Suntagmatos (entrata da Odòs Pilìs), Pireas

Orari e giorni: Lunedì, Mercoledì, Sabato e Domenica 9.00 -17.00 Giovedì e Venerdì 12.00 -20.00

                          Martedì chiuso

Gli scavi al Pireo vi interessano? Qui trovate l’articolo completo sulla mostra 

  • Siti web per eventi gratuiti

Per concludere la rassegna dei luoghi che si possono visitare gratis ad Atene non potevano mancare due siti web costantemente aggiornati su mostre, rassegne ed eventi completamente gratuiti. Il primo è For Free ed è disponibile in greco ed in inglese: http://www.forfree.gr/en/, il secondo si chiama Culture now èd consultabile però solo in greco http://www.culturenow.gr/

 

 

 

 

 

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply