download (9)
Lavorare in Grecia

Trovare lavoro in Grecia nonostante la crisi

Una delle domande più frequenti che ci sentiamo fare è se è fattibile trovare lavoro in Grecia nonostante la crisi che attanaglia il Paese da diversi anni.

La risposta è sì, a patto di  muoversi in modo intelligente e di partire avendo bene chiare le richieste e la situazione del mercato del lavoro greco. Aspettative non realistiche su retribuzioni e mansioni possono portare spesso chi cerca lavoro a scoraggiarsi ed ad abbandonare la ricerca.

In questo post vedremo insieme le condizioni di partenza dell’economia greca e quali sono le strategie da approntare per riuscire più facilmente a trovare lavoro.

La situazione dell’economia greco non è certo rosea. L’abbiamo ripetuto più volte: la Grecia è un Paese da anni in crisi, dove è difficile per gli stessi greci trovare lavoro. La disoccupazione attualmente oltrepassa il 20%, quella giovanile sfiora il 30% (dati ELSTAT).  Sempre più giovani, sfruttando le competenze acquisite, o rimangano nel Paese estero dove hanno studiato o emigrano dalla Grecia verso altre opportunità.

Tutto questo genera ovviamente una forte competizione per singolo posto di lavoro. Migliaia di greci, madrelingua qualificati nel loro settore, che parlano fluentemente una o due lingue europee, sono in attesa da lungo tempo di ottenere un impiego.

Questo in altre parole cosa significa? Significa che per avere successo o ci si candida per posti dove essere madrelingua italiana è vantaggio in più (avendo in aggiunta una sorta di competenza spendibile nel settore) oppure si apprende la lingua greca abbastanza bene da poter perlomeno sostituire validamente un greco.

Sapere l’inglese (ad un livello che permetta la comunicazione senza problemi, indicativamente un B2) non è solo un requisito indispensabile per trovare lavoro in Grecia se non parlate greco, ma è utile altrettanto per la vostra quotidianità in un Paese straniero. Alcune persone ci hanno contattato per chiederci consiglio e ci hanno fatto presente di non parlare nessuna altra lingua; senza un minimo d’inglese bisogna essere così fortunati da trovare un datore di lavoro e dei colleghi che parlino italiano (circostanza non impossibile ma nemmeno così frequente); e per tutto il resto, però? Come prenotare una stanza per la stagione, uscire a fare acquisti, trattenere relazioni con la gente del posto? La permanenza si ridurrebbe solo al lavoro e poco altro con possibilità limitate, in termini di crescita personale, di godersi l’esperienza all’estero.

 

Affrontato questo chiarimento, i settori dove è più facile trovare lavoro per chi NON parla il greco sono:

-il supporto assistenza clienti in fornito da alcune multinazionali per il mercato italiano

-gli impieghi molto qualificati dove la lingua di comunicazione tra le parti è solo l’inglese. In genere si tratta di progetti di collaborazione tra il nostro Paese e la Grecia, o con più partner provenienti da altri Paesi

-l’insegnamento nella Scuola italiana dove lo svolgimento delle lezioni è interamente nella nostra lingua

-tutte le professioni del turismo dove è necessario conoscere l’italiano, l’inglese e/o altre lingue ma non è strettamente necessario il greco (nei villaggi turistici ad esempio)

– le professioni della ristorazione dove non si è a diretto contatto col pubblico ad es. cuochi ed aiuto cuochi

 

Vi sembrerà un elenco breve ma dovete tenere presente che per chi non non parla la lingua del Paese (in ogni Paese) è difficile potersi relazionare correttamente con clienti, fornitori, datori di lavoro e quant’altro.

Aspettarsi di trovare lavoro nel commercio o in un’azienda senza parlare minimamente greco è poco realistico. Vi sembrerà assurdo ma parecchie volte ci siamo trovati di fronte a richieste di aiuto di persone che non conoscendo il greco pensavano di poter venire a lavorare in un ufficio o in un negozio.

Un altro fattore da tenere presente prima di decidere se cercare lavoro qui sono gli stipendi, che sono in linea con il periodo di crisi. Le retribuzioni variano in genere tra gli 800/900 € netti per i lavori d’ufficio generici. Se la  cifra vi sembra bassa in relazione agli stipendi italiani calcolate che in Grecia si arrivano a prendere in alcuni settori, come quello della ristorazione e del commercio,  500-600 € al mese (se non si hanno maturato anni di servizio). Ovviamente un discorso a parte sono i compensi previsti da un progetto svolto in Grecia da chi lavora per una multinazionale o per un’azienda che ha sede altrove.

Le retribuzioni per chi lavora nella stagione turistica sono più elevate di quelle per altri impieghi e possono variare dai 900 ai 1300 € a seconda del tipo di mansione. Rispetto ad un impegno lavorativo in ufficio però spesso si lavora di più e più duramente durante la giornata e i riposi settimanali sono di meno (uno alla settimana in media). La competizione è alta poiché per questo genere di mansioni si candida personale da tutta Europa (per il lavoro di receptionist si propongono madrelingua addirittura da America ed Australia).

Speriamo con questo post di avervi dato una panoramica abbastanza esauriente delle possibilità di lavoro in Grecia. Nei prossimi ci concentreremo sui canali adatti per trovare lavoro a seconda della mansione ricercata e sui consigli pratici su come muoversi per lavorare regolarmente in Grecia (documenti, contributi, tasse).

 

Per approfondimenti non vi resta che consultare gli altri articoli della sezione “Lavorare in Grecia”. Se avete dubbi che non trovano risposta in questo articolo o negli altri correlati vi ricordiamo che potete scrivere un messaggio alla nostra pagina Fb  “Sullerivedelkifissos” o inviare una mail a: info@sullerivedelkifissos.it

 

 

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply