12166599_10209198576106271_1930307809_n
Cultura e foto, Tradizioni

Purifichiamoci in questo lunedì di Marzo

Sarete forse incuriositi da questo titolo un po’ bizzarro; non dovreste esserlo in realtà perché oggi in Grecia si festeggia il cosiddetto Lunedì puro (Καθαρά Δευτέρα, Kathara Deftera in greco) ovvero una delle festività più sentite dai greci in tutto il mondo. Ma in cosa consiste questa ricorrenza? Ebbene oggi, o meglio la notte della domenica precedente, comincia il periodo della Quaresima ortodossa (la Pasqua ortodossa quest’anno cadrà il 1°maggio) e il nome è dovuto al fatto che questa è una giornata dedicata alla “purificazione” in senso spirituale.

Ma cosa si fa durante il Lunedì puro? Innanzitutto oggi è una festività pubblica quindi scuole, uffici e la maggior parte dei negozi sono chiusi. Si sta in famiglia, di solito si va o in spiaggia (se il tempo lo permette ovviamente) o in campagna per dei luculliani pic-nic; ad Atene una meta molto gettonata è la collina del Licabetto per esempio. Caratteristica di questa giornata di festa sono i molti aquiloni che i bambini (ma anche i più grandicelli) fanno volare in cielo, così come gli stessi bambini sono soliti disegnare la cosiddetta κυρά σαρακοστή (kirà sarakostì, signora Quaresima) una sorta di bambola con sette gambe che rappresentano le sette settimane del periodo quaresimale.

Cosa si mangia oggi? Il cibo ha un’importanza fondamentale durante il periodo della Quaresima per gli ortodossi; i più osservanti infatti da oggi osservano un rigoroso periodo di astensione da ogni cibo derivante da animali (sono ammessi solo crostacei e molluschi) inclusi uova e latticini, olio d’oliva e alcool (per queste due categorie di cibi le regole sono più elastiche e variano dal giorno e in quale settimana della Quaresima ci si trovi). Va da sé quindi che il menu tipico del Lunedì puro consista generalmente nella τάραμοσαλατα, (taramosalata, salsa a base di uova di carpa in salamoia), nella λαγάνα (laganaun tipo di pane azimo che si prepara e si mangia solamente in questa giornata; un’antichissima tradizione vorrebbe che questo pane venga spezzettato con le mani piuttosto che tagliato a fette con un coltello, per allontanare gli spiriti maligni), μαρουλοσαλάτα (maroulosalata, insalata a base di lattuga romana), γίγαντες πλακί  (gigantes plaki, una fagiolata con aglio, cipolle, pomodori), χταπόδι στη σχάρα (chtapodi sti schara, polipo alla griglia) e l’immancabile xαλβάς (halva, un dolce a base di sesamo o di semolino).

Cosa mangeremo noi due che non siamo ortodossi ma che sentiamo ugualmente molto questa festività? Lo scoprirete solo leggendo il racconto di questa giornata..

 

kites-152760_1280

 

12166599_10209198576106271_1930307809_n

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply