2015-10-0311.42.41
Cosa vedere, Pangrati, Syntagma

E’ estate ma aspettiamo l’aperitivo d’autunno…

Lo scorso sabato mattina, non lo nascondiamo, è stato per noi all’insegna dell’attesa per l’evento che si sarebbe svolto la sera stessa, ovvero l’attesissimo aperitivo organizzato dal nostro blog.
Questa nostra simpatica iniziativa ha avuto giustamente il potere di oscurare ogni altro nostro impegno provocando nel contempo in noi promotori una moderata ansia da perfezionismo e una giusta dose di curiosità verso i partecipanti.
Ci hanno assalito, infatti, parecchie domande- destinate peraltro a rimanere senza risposta fino a sera- alle quale abbiamo tentato di dare un’approssimativa risposta durante il nostro caffè mattutino in centro.
Quante persone verranno alla fine? Domanda non stupida; sapevamo che i “parteciperò” che avevano inondato con nostro sommo piacere la bacheca del nostro evento potevano forse non corrispondere alla realtà.
Come saranno i nostri partecipanti? Bisogna che vi chiarisca che trattandosi di una prima assoluta non conoscevamo se non superficialmente il 90% di loro e quasi non ne sapevamo con sicurezza i nomi. Quindi era legittimo chiedersi se sarebbero stati piuttosto giovani o meno- in fondo sulle foto profilo è sempre possibile mettere un po’ quel che si vuole.
Avremmo prenotato abbastanza posti? Un momento di orrore in cui abbiamo previsto orde di inviati non contemplati ed infilatisi all’ultimo istante, dobbiamo essere sinceri, l’abbiamo passato.
A questi ed altri quesiti abbiamo appunto cercato di rispondere seduti in Platìa Agias Irinis – che i più assidui di voi già conosceranno per essere stata già in un recente passato destinazione dei nostri sabato mattina ateniesi- sorseggiando nel frattempo un amabile caffè.
Questa zona ci vede infatti frequentatori dei molti locali che si affollano qui uno dietro l’altro solitamente quando abbiamo- come stavolta- necessità di recarci in centro per qualche motivo.
Stavolta abbiamo deciso di tornare in un ritrovo che avevamo visitato tempo fa quando la creazione del nostro blog non era per il momento pervenuta alle nostre acerbe menti.
Passando davanti al Kapaki che ricordavamo a ragione come posto colorato, dal servizio celere e dalla buona qualità delle bevande servite, non abbiamo perso nemmeno un secondo e ci siamo seduti ad uno dei- in realtà molto piccoli- tavolini esterni. Per la cronaca, l’altra volta il clima non era così favorevole trattandosi di primavera e ci eravamo inerpicati all’interno su una scala che portava al primo piano- ballatoio.

 

Dopo aver gustato un caffè che possiamo definire di buon livello nel piacevole locale che avevamo scelto e aver bevuto parecchia acqua nei nostri policromi bicchieri- viste le temperature in netto aumento dopo una settimana abbastanza fresca-  ci siamo diretti verso Platia Sintagma per ritornare nei nostri paraggi.
Arrivata ormai l’ora di pranzo abbiamo deciso consensualmente di evitare infatti la ressa del centro- ressa che il sabato raggiunge livelli impressionanti- e di fermarci per un veloce pranzo in un mezedopolio di sicura qualità. Ci siamo diretti a passo rapido verso To Mavro Provato in zona Pangrati, locale che l’altra volta ci aveva garantito un’esperienza d’alto valore culinario ad un tutto sommato modico prezzo.
Stavolta, giunti un po’ più tardi che in precedenza, abbiamo trovato quasi tutti i tavoli prenotati- indizio questo della buona fama di cui gode il locale- ma siamo riusciti comunque a sederci all’interno del locale.
Le portate che abbiamo ordinato sono state precedute da alcune bruschettine e da due bicchieri di rakì (la grappa cretese, che abbiamo riservato per la fine del pranzo). Tra i piatti ordinati alcuni erano già stati provati e approvati mentre abbiamo voluto sperimentare le polpette alla menta e ouzo, trovandole appetitose.
Finito di pranzare, avevamo il pomeriggio per sbrigare le ultime incombenze e poi ci saremmo preparati alla seratona italo-greca (era infatti possibile la partecipazione se si era greci italofoni).
Volete sapere come è andata? Siete curiosi di conoscere dettagli sulla vita dei nostri connazionali ad Atene? Desiderate conoscere alcune delle opinioni di italiani che risiedono nella capitale ateniese da più o meno tempo? E allora non potete non leggere il post che seguirà, dove vi descriveremo- o perlomeno tenteremo- il nostro primo aperitivo, a cui abbiamo voluto dare una connotazione autunnale.

Indirizzo:

Kapaki: Platìa Agìas Irinis 6

Come arrivare:

Metropolitana: blu (fermata Monastiraki)

 

To Mavro Provato: Arrianou 31

Come arrivare:

Metropolitana: blu (fermata Evangelismos)

Autobus: 054, 203, 204, 550

 

 

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply