20150613_113301
News da Atene

Prima settimana ateniese

Proprio in questi istanti, una settimana fa, avveniva il mio atterraggio all’aeroporto Eleftherios Venizelos di Atene e quale occasione migliore di questa per approfittarne e festeggiare con un simpatico coffee-time mattutino in quel del centro di Atene. La scelta della location è caduta sulla centralissima piazza Santa Irene (in loco Πλατεία Αγίας Ειρήνης ) ovvero tra piazza della Costituzione (Πλατεία Συντάγματος) – che i più di voi forse conosceranno dal momento che vi è ubicato il Parlamento ellenico – e il vivace quartiere di Monastiraki.

In questa piazza – molto carina, a mio modestissimo parere – vi sono diversi bar/caffetterie con tavolini all’aperto tra i quali il turista/ateniese/uomoqualunque può scegliere dove stravaccarsi e godere di una bibita fresca o di un caffè/cappuccino/frappè. Menzione particolare meriterebbe il Tailor Made ; bar riconosciuto dai critici locali come tra i migliori della città e in effetti sempre affollato. (Αττική e io l’abbiamo testato durante le festività della Pasqua ortodossa e in effetti anche i cocktail meritano). Oggi tuttavia – scoraggiati dalla clamorosa mancanza di tavolini liberi del Tailor Made – abbiamo virato verso il Rooster , caffetteria gestita e frequentata – a quanto pare – dalla comunità hipster ateniese. Questo ci lascerebbe assolutamente neutrali, se non ché il punto dolente di questo bar è effettivamente il…barista poiché il cappuccino freddo ordinato dalla coraggiosa Αττική era assolutamente imbevibile (confermo avendolo assaggiato anch’io) e soprattutto non zuccherato, sebbene fosse stato ordinato dolce. Insomma, i peggiori 4 euro spesi dalla mia compare nella sua storia ateniese (e forse non solo?) così come testimonia questa diapositiva:

Niente da dire sul mio caffè greco (seguiranno nei prossimi giorni post sulle bevande a base di caffeina/latte che gli autoctoni sono soliti ingurgitare in loco) ma effettivamente 4 euro per un cappuccino imbevibile sono troppi. Il nostro consiglio dunque è il seguente: a meno che non siate degli hipster in crisi di solitudine pensateci bene prima di venire qui; vi sono altre caffetterie nei paraggi sicuramente migliori. Non mi sbilancerei sul più economiche, dato che siamo nel pieno centro (non geografico) di Atene in una zona anche molto frequentata da turisti.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply